Sars Cov-2: informazione e prevenzione al Liceo Rosetti

Condividi questo articolo sui social o stampalo

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è aperto nelle classi 4D e 4F il ciclo di incontri che il dottor Maurizio Parato, Direttore della UO di Cardiologia presso l’ospedale sambenedettese “Madonna del Soccorso”, porterà avanti per accompagnare gli studenti del Liceo Scientifico Rosetti nella conoscenza del virus Sars Cov-2, che tanto ha stravolto anche la vita delle generazioni più giovani.

Accolto dalla Dirigente Scolastica, Stefania Marini, che ne ha sottolineato la disponibilità in termini di tempo e competenze professionali, il dottor Parato ha coinvolto gli studenti richiamando la loro attenzione sulla natura e la pericolosità di questo virus. “Come altri microrganismi, tenta di sopraffare i macrorganismi; una lotta ben nota che, nella storia dell’uomo, lo ha visto spesso soccombere, almeno fino all’utilizzo dei vaccini”. Ma la campagna vaccinale, per ora, non potrà coinvolgere tutti, e ciò deve indurre a non lasciarsi andare a comportamenti superficiali, forieri di nefaste conseguenze non solo per le fasce della popolazione di età più avanzata, ma anche, purtroppo, per soggetti anche molto giovani i quali, per diversi motivi, possono essere severamente aggrediti dal Coronavirus.

E se la quindi la vaccinazione è punto di snodo nella lotta al virus, ed atto di responsabilità singola e collettiva, prevenire i contagi resta comunque fondamentale per arginare la diffusione di un organismo patogeno i cui contorni sono ancora oggetto di studio. Prevenzione equivale a corretta e seria informazione – ha spiegato il dottor Parato, avvalorando maggiormente il proprio messaggio attraverso la condivisione con gli studenti di un video diffuso dall’Istituto Mario Negri di Milano in cui sono chiariti aspetti relativi alla scoperta, alla conoscenza, alla diffusione, alla prevenzione ed alla cura delle gravi insufficienze polmonari generate dal Sars Cov-2. Immagini chiare, come quelle relative al funzionamento di un ventilatore polmonare che, ben al di là di tanti elementi di disinformazione sulla pandemia, possono aiutare gli studenti a prendere consapevolezza e ad assumere quindi comportamenti coscienti e responsabili.

L’importante momento formativo coinvolgerà anche altre classi quarte dell’istituto superiore sambenedettese le quali, in momenti distinti, saranno egualmente chiamate ad incontrare il professionista, nel rispetto di tutti i protocolli di sicurezza. Dopo quello di mercoledì 17 gli ulteriori incontri si svolgeranno nelle giornate di martedì 23 (classi 4G-4B) e mercoledì 24 febbraio (classi 4H-4S) ed avranno sempre la durata di circa un’ora.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *