Diocesi, il matrimonio sacramento della comunione e della missione

Condividi questo articolo sui social o stampalo


DIOCESI – Giancarlo Blangiardo, Presidente dell’Istat, ha recentemente dichiarato che tra gennaio e luglio 2020 si sono celebrati in Italia 34.059 matrimoni. Se si fa un confronto con lo stesso periodo dell’anno precedente si rimarrà basiti. Infatti nel 2019 sono state 101.461 le coppie che – con matrimonio religioso o civile – si sono dette “Sì”. Un calo vertiginoso, ovviamente dovuto alla pandemia in corso.

Nella nostra realtà diocesana la situazione non è diversa e sono tante le coppie che hanno deciso di rimandare a tempi migliori la celebrazione delle nozze. Inevitabilmente, anche la preparazione al Sacramento del Matrimonio ha subito una battuta d’arresto, anche se tanti sacerdoti hanno mantenuto un contatto umano e cordiale con le tante coppie che stavano per sposarsi.

I tempi però sono maturi perché si possa riprendere il cammino e così l’Ufficio di Pastorale Familiare ha organizzato per domenica 7 febbraio alle 15.30 in modalità streaming un incontro rivolto a tutti i fidanzati della diocesi che ha per tema “Il matrimonio sacramento della comunione e della missione”. Relazionerà sul tema il nostro Vescovo Carlo Bresciani. Per poter partecipare è necessario iscriversi entro sabato 6 febbraio, inviando una mail all’indirizzo dell’Ufficio: pastoralefamiliare@diocesisbt.it . A tutti i partecipanti sarà poi fornito il link per poter accedere alla piattaforma utilizzata.

I coniugi Piero e Patrizia Censori, responsabili dell’Ufficio di Pastorale Familiare Diocesana, affiancati dai membri dell’Equipe, Don Alfredo, Walter e Nicoletta, Marco e Anelide, spiegano: «Come avviene ogni anno nel mese di febbraio il nostro Ufficio di Pastorale Familiare organizza un momento di incontro fra i fidanzati della Diocesi e il Vescovo Carlo. Le circostanze ci hanno indotto ad utilizzare la modalità on line, ma questo nulla toglie all’importanza di questo incontro, anzi! Questa iniziativa a livello diocesano intende dare un segno di speranza e di ripresa per tutte quelle coppie che, nello scorso anno, con grande sofferenza hanno dovuto rinunciare alla celebrazione del Sacramento del Matrimonio e anche a quelle che invece hanno maturato la loro scelta negli ultimi mesi. C’è tanta voglia di ripartire e di camminare insieme. C’è una grande attenzione attorno al tema del matrimonio e della famiglia, come abbiamo potuto vedere nell’altro incontro che abbiamo organizzato lo scorso 10 gennaio al quale ha partecipato unconsiderevole numero di persone. Non si tratta solo di interesse verso i temi proposti ma di un profondo desiderio di tornare a incontrarsi per camminare insieme nella fede, come abbiamo potuto constatare parlando con diverse persone».

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *