Grottammare, albo delle Associazioni in via di aggiornamento

Condividi questo articolo sui social o stampalo

GROTTAMMARE – Scade a fine mese la richiesta di iscrizione nell’Albo delle Associazioni del comune di Grottammare. Lo stesso termine del 31 gennaio  vale per confermare l’adesione da parte di quelle già iscritte (una quarantina) negli anni precedenti, ai fini della revisione annuale dell’elenco, che ha lo scopo di promuovere e coordinare le attività dell’associazionismo locale no profit e, tramite un apposito regolamento, assicurare i sostegni posti in essere dall’Amministrazione comunale.

Istituito dal Consiglio comunale nell’aprile 2017, l’Albo raccolse immediatamente 36 associazioni, che aumentarono a 39 nel 2020. Direttamente collegata all’albo è l’Ospitale-Casa delle Associazioni – il palazzo pubblico restaurato nel vecchio incasato – dove molte no profit hanno trovato una sede:  “Sono trascorsi ormai tre anni dall’apertura della Casa delle Associazioni – ricorda il sindaco Enrico Piergallini -. È l’occasione per fare il punto e il punto non può che essere estremamente positivo: in questo breve lasso di tempo l’Ospitale è diventato un luogo di condivisione del pensiero, delle buone pratiche organizzative, di una visione della cultura come lievito irrinunciabile per la crescita e la maturazione di una comunità. Proseguiamo dunque su questa strada, aprendo un secondo capitolo nella storia della Casa delle Associazioni. Una libro tutto da scrivere, con l’entusiasmo di chi si lascia ispirare dalle buone idee”.

L’Albo ordina le associazioni iscritte in sei elenchi: Cultura (valorizzazione della cultura e patrimonio storico ed artistico, educazione permanente, animazione ricreativa); Sociale (assistenza sociale e sanitaria, impegno civile, tutela e promozione dei diritti umani, cooperazione internazionale, intercultura);  Sport (attività, promozione ed animazione sportiva); Turismo (promozione turistica, iniziative folkloristiche, feste rionali);  Ambiente (tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale); Agroalimentare (tutela del patrimonio enogastronomico).

Possono far parte dell’Albo tutte le associazioni che operano sul territorio comunale. La gestione dell’Albo delle Associazioni è di competenza del Servizio Cultura, Turismo e Sport.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *