La gioia del Natale a Ripatransone

Condividi questo articolo sui social o stampalo

I collaboratori parrocchiali

RIPATRANSONE – “Eccoci a questo Natale, diverso dagli altri anni, ma sempre carico di Speranza che ci permette di avere uno sguardo fiducioso sul nostro futuro. Questo Natale è sicuramente diverso, ma non meno autentico, se lo vogliamo. La nascita di Gesù a Betlemme ci dovrebbe far capire che nulla è impossibile a Dio, anche superare questo momento storico.” Con queste parole il Parroco Don Nicola apre l’augurio di Buon Natale alla sua comunità. Un augurio che rinnova l’invito a non sprecare questa opportunità per stare in famiglia, mettere al centro della nostra vita l’essenziale, prendersi cura gli uni degli altri e amarci.

Un augurio che conclude il periodo di Avvento, che la Parrocchia di Ripatransone ha fatto del suo meglio per vivere con fede e speranza anche in questo 2020. Complice il video tutorial sulla corona dell’Avvento realizzato da Don Nicola e diventato subito “virale” tra i parrocchiani, che hanno prontamente risposto inondando i canali social della Parrocchia con foto e video delle loro corone dell’Avvento. Ogni domenica una candela in più si accende, e dall’intimità delle case, delle famiglie, sale al Cielo una preghiera comunitaria. Alla fioca luce di queste candele, si fa strada nelle nostre vite una luce ben più intensa, Gesù.

È ripartito come lo scorso anno l’invito ad ornare con preghiere e addobbi personali l’Albero di Natale del Duomo. Un albero diverso, particolare, simbolicamente carico della battaglia che ci siamo trovati a combattere, uniti, in questo anno trascorso. Accanto a palline e luci, anche alcune mascherine sono diventate parte dell’addobbo, come per offrire al Signore le nostre sofferenze, speranze e aspettative, certi che nelle Sue mani fioriranno e daranno frutto. Una bella testimonianza di unità e attesa del Natale nel vedere bambini, famiglie, ragazzi, anziani, giovani, incamminarsi verso l’albero, al termine delle celebrazioni, ed appendere ai rami dell’albero sempreverde i loro pensieri, le loro decorazioni, le loro preghiere.

Come da tradizione, nell’ultima domenica di Avvento, Don Nicola ha invitato tutti i suoi collaboratori per uno scambio di auguri, nel rispetto delle norme anti-COVID, ma nella gioia del Natale di Nostro Signore ormai prossimo. Una gioia che non può essere spenta da nessun virus, da nessuna pandemia, una gioia che non può essere scalfita da nessun male, perché “è nato per noi un Salvatore”, “il Verbo si è fatto carne e viene ad abitare in mezzo a noi”, perché “viene nel mondo la luce vera” e “non avremo più bisogno di luce di lampada, né di luce di sole, perché il Signore Dio ci illuminerà”. E così, tanti parrocchiani si sono ritrovati in Duomo, stupiti, Don Nicola in primis, di scoprirsi una grande squadra, che tutto l’anno fa del suo meglio, nonostante diversità, difficoltà, incomprensioni, perché la comunità intera possa camminare e progredire verso Gesù. Un augurio ricambiato con affetto, un affetto che senz’altro trapela sincero e autentico dalle simpatiche strofe in rima che i collaboratori hanno dedicato al proprio Parroco, con una lettera e con un video condiviso sui social.

Altrettanto gioiose ed affettuose le parole che concludono l’augurio del Parroco. “Non dimentichiamolo mai: Dio nutre per noi un amore così forte, da non poter rimanere in Se stesso, anzi, esce da Se stesso e viene in noi, condividendo fino in fondo la nostra condizione. Si fa uomo nascendo dal seno di Maria ed inondando di pace ognuno di noi: “Gloria a Dio nel più alto dei cieli e sulla terra pace agli uomini, che egli ama” (Lc 2,14).
Buon Natale e Felice Anno Nuovo a te che leggi, a te che speri, a te che ami, a te che borbotti, a te che vedi tutto nero e che non ti va bene niente o quasi. BUON NATALE di vero Cuore!”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *