Presentata “Ripatransone 2.0” importanti interventi di sostegno

Condividi questo articolo sui social o stampalo

RIPATRANSONE – L’Amministrazione Comunale di Ripatransone ha approvato le nuove linee di indirizzo per il sostegno socio-economico in risposta all’emergenza pandemica di COVID-19.

Il pacchetto di misure, denominato RIPATRANSONE 2.0, mira ad instradare la ripresa economica del territorio attraverso il supporto alle famiglie e alla persona, con il rafforzamento della loro capacità di spesa, e lo stimolo al comparto commerciale ed al settore turistico mediante interventi ad-hoc per esercenti attuali e nuovi. Tali azioni hanno l’intento di potenziare i processi di domanda e offerta, a tutela del presente e con un programmazione strategica di sviluppo del settore produttivo-commerciale sul quinquennio 2021-2026. Tra le azioni economiche maggiormente di interesse, gli sgravi sul pagamento dei servizi comunali, il sostegno alle imprese commerciali in essere tramite iniziative di fidelizzazione e, novità per il Comune di Ripatransone, i BONUS A FONDO PERDUTO per l’apertura di nuovi esercizi commerciali.
Di seguito l’elenco degli interventi:
  • Eliminazione della seconda rata della tariffa del trasporto scolastico per l’anno scolastico 2020/2021 (con rimborso in buoni spendibili sul territorio per chi avesse già pagato in un’unica soluzione);
  • Eliminazione della retta asilo nido del mese di gennaio 2021 (con rimborso in buoni spendibili sul territorio per chi avesse già pagato);
  • Gratuità di accesso alle strutture turistiche e museali per tutto il 2021;
  • Iniziative di fidelizzazione dei clienti alle attività commerciali;
  • Bonus nascite 2021 con buoni da spendere in attività commerciali (200€ cadauno);
  • Predisposizione di un pacchetto contributivo e agevolativo a favore di nuove aziende commerciali che nel corso del 2021 aprono le proprie attività nel territorio comunale secondo i seguenti indirizzi:
    • Le nuove attività, selezionate tramite apposito bando, saranno destinatarie di un contributo minimo di 5.000€, fino all’esaurimento del fondo complessivo di 30.000€, e godranno dell’esenzione del pagamento della TARI per i primi tre anni.
    • La selezione dei progetti verrà effettuata sulla base della rispondenza ai seguenti criteri:
      • Tipologia di attività e di produzioni, con particolare attenzione a servizi e categorie merceologiche non attualmente disponibili, vendita di tipicità artigianali ed enogastronomiche del territorio (es. commercializzazione di produzioni certificate e/o identitarie, alimenti oggetto di denominazione DOP/IGP/STG/IG/DE.C.O.);
      • Localizzazione;
      • Capacità occupazionale;
      • Valore e sostenibilità della proposta progettuale.
    • Le nuove attività dovranno rimanere attive per almeno cinque anni.
Maggiori informazioni verranno rese note nelle prossime settimane attraverso i canali di comunicazione istituzionali.
“Siamo molto felici di iniziare il 2021 con RIPATRANSONE 2.0, un nuovo importante pacchetto di misure economiche a sostegno del tessuto sociale e commerciale”, commenta il Sindaco di Ripatransone Alessandro Lucciarini De Vincenzi. “Parliamo di 2.0 perché oltre a sostenere l’oggi si intende indirizzare strategicamente il domani. Gli aiuti che andiamo ad introdurre sono stati quindi definiti con una particolare attenzione sia al breve che al medio-lungo termine, questo per supportare le famiglie e gli esercenti nella gestione dell’immediato ma anche guardando al futuro della nostra Città, stimolando quindi la ripresa economica ed in parallelo potenziando l’area imprenditoriale. L’attesa è quella di una rivitalizzazione del comparto commerciale, anche a fronte del sostegno alla capacità di spesa delle famiglie garantito con le misure ad esse rivolte. Un acceleratore, dunque, che crediamo possa fungere da stimolo alla ripartenza post-pandemica”, conclude il Sindaco Lucciarini De Vincenzi.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *