Acquaviva Picena, “Addobbiamo gli alberi di Natale insieme”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

ACQUAVIVA PICENA – L’amministrazione comunale di Acquaviva Picena, rispettando tutte le norme previste dal decreto in questo momento segnato dalla pandemia, ha pensato ad un’iniziativa che possa “scaldare i cuori”. Il vice sindaco di Acquaviva Picena, Luca Balletta, ci ha spiegato meglio in cosa consiste l’iniziativa: “E’ arrivato dicembre e si avvicina il Santo Natale, la festa più bella e importante per tutti, piccoli e grandi. Nel periodo delle festività natalizie si respira da sempre un’atmosfera magica, unica, di gioia, di unione, di bontà. La nascita di Gesù, per tutti noi, è una luce nuova in fondo al cuore, ci trasmette la speranza di essere sempre migliori e di avere un mondo migliore. Quest’anno purtroppo non sarà il solito Natale, non potremo organizzare nessun evento per i bambini, non ci sarà la tradizionale “festa dello sport”, non ci sarà la “via dei presepi”, non ci saranno le solite tavolate in famiglia, non ci saranno quegli scambi di auguri con abbracci, saremo distanti, ma vicini nei pensieri perché stiamo vivendo un’emergenza sanitaria per via di questa brutta pandemia del virus covid-19 che ha colpito tutta la popolazione mondiale. Un virus che ci ha portato via tantissimi fratelli, molti sono costretti al ricovero in ospedale assistiti da infermieri, medici ed operatori sanitari che da mesi sono impegnati ventiquattro ore al giorno, per garantirci cure e vicinanza.

Sono loro i nostri eroi e i nostri angeli che non finiremo mai di ringraziare. Per questi motivi, l’amministrazione comunale ha pensato di coinvolgere tutti i cittadini acquavivani, associazioni, sportivi, bambini e adulti con l’iniziativa “Addobbiamo gli alberi di Natale insieme”. Metteremo due alberi di Natale, uno in piazza San Niccolò e uno sulla terrazza Belvedere e tutti coloro che vorranno potranno realizzare degli addobbi da attaccare agli alberi, dalle palline natalizie agli oggetti, ai pacchetti e alle letterine, utilizzando anche materiali di riciclo e dando sfogo ognuno alla propria fantasia e creatività. Che sia per tutti noi un simbolo di speranza di poter tornare presto ad una vita normale.

Ricordo che l’importante è che vengano realizzati con materiali resistenti agli agenti atmosferici. I bambini possono scrivere un pensiero o una letterina e metterlo dentro un pacchetto da attaccare sugli alberi. Davanti alla porta dell’ascensore del Comune, troverete uno scatolone dove mettere tutti i vostri lavoretti.”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *