SCARICA Il sussidio per la famiglia nel tempo di avvento, Vescovo Bresciani: “Ravviviamo la nostra speranza in Gesù”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

DIOCESI – “Il tempo dell’Avvento ci ricorda che la nostra vita è di fatto un’attesa: non di un futuro qualsiasi, ma carico di presenze significative che ci rendano la vita migliore. Tutti attendiamo un futuro migliore, anche se fosse buono e bello il tempo che stiamo vivendo”.

Con queste parole si apre l’introduzione del Vescovo Carlo Bresciani per il sussidio d’Avvento per le parrocchie (scaricabile cliccando su SUSSIDIO AVVENTO/NATALEpreparato dalla diocesi di San Benedetto del Tronto – Ripatransone – Montalto. La diocesi ha inoltre predisposto anche un sussidio per la preghiera personale e in famiglia (scaricabile cliccando su SUSSIDIO PER LA PREGHIERA PERSONALE E IN FAMIGLIA)

Il Vescovo Bresciani afferma: “Sappiamo, però, che il futuro non dipende solo da noi, ma da altri e, infine, da Dio. Nell’Avvento facciamo memoria del Dio che viene incontro a noi per guidarci con amore verso quel futuro di pienezza che attendiamo e che invochiamo nella fede.

Vivremo questo Avvento ancora immersi nella pandemia e la nostra invocazione, perché Dio venga a liberarci, sarà ancora più forte e intensa del solito. Sarà un’attesa della sua venuta che dovremo vivere senza gli usuali incontri di comunità, ridotti al minimo a causa della pandemia. La vivremo, però, molto di più in famiglia, nella personale preghiera e nella silenziosa meditazione della parola di Dio. Il più profondo incontro personale con Lui, vissuto anche con i propri familiari, sostituirà la mancanza degli incontri in presenza tra noi.

Con la pandemia siamo di fronte a prove che stimolano la nostra fede a ritrovare quelle radici in Dio da cui essa scaturisce, radici profonde che possono sostenerci nei forti venti della prova e rafforzare così la nostra speranza, che è riposta in Colui che viene a liberarci.

Ravviviamo, carissimi, la nostra speranza in Lui e invochiamo con fede: “vieni, Signore Gesù!”. Potrà essere un Natale diverso dal solito, ma non meno carico di fede”.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *