Gmg: simboli passati da Panama a Lisbona

Condividi questo articolo sui social o stampalo

I simboli della Giornata mondiale della gioventù sono passati da Panama al Portogallo. La consegna della croce e della copia dell’icona Salus Populi Romani, ieri al termine della messa celebrata ieri dal Papa a San Pietro, alla presenza di giovani panamensi e portoghesi. L’arcivescovo di Panama, mons. José Domingo Ulloa Mendieta, impossibilitato a viaggiare fino a Roma in questo periodo di pandemia, ha inviato un messaggio nel quale mostra il viaggio compiuto dai simboli della Gmg in questi anni. L’arcivescovo ha sottolineato che durante la preparazione e alla Gmg Panama 2019, questi simboli “ci hanno permesso l’incontro con gli altri e con Gesù”. Durante il loro viaggio in America Centrale, Messico, Porto Rico, Cuba, Haiti, Repubblica Dominicana, Venezuela e Stati Uniti”, sono stati una benedizione molto speciale per migliaia di giovani di questi Paesi.
“La loro presenza in ambienti di dolore e sofferenza, come carceri e ospedali, con persone per strada, sono stati uno stimolo per promuovere la missione pastorale di una Chiesa incarnata nella loro città”, ha proseguito mons. Ulloa. “Ci auguriamo che i giovani del Portogallo vivano questa profonda esperienza spirituale e umana; perché nel suo cammino i simboli permettono molte volte un incontro speciale con Gesù Cristo”, ha sottolineato l’arcivescovo.
“Con la presentazione del rapporto della Gmg Panama 2019 e la valutazione dello stesso da parte dei 145 delegati dei Paesi, e la consegna dei simboli questa domenica della solennità di Cristo Re, si conclude il nostro cammino. Ora tocca al Comitato organizzatore locale della Gmg Lisbona 2023”, ha concluso mons. Ulloa.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *