Papa Francesco: ai Passionisti, impegnatevi per “i crocifissi di questa nostra epoca”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

“La missione è una passione per Gesù ma, al tempo stesso, è una passione per il suo popolo”.

A ricordarlo è il Papa, nel messaggio inviato in occasione del terzo centenario dei Passionisti, le cui celebrazioni cominceranno il 22 novembre (fino al 1° gennaio 2022). “Non stancatevi di accentuare il vostro impegno in favore dei bisogni dell’umanità”, l’invito di Francesco: “Tale istanza missionaria sia rivolta soprattutto verso i crocifissi di questa nostra epoca: i poveri, i deboli, gli oppressi e gli scartati dalle molteplici forme di ingiustizia”.

“L’attuazione di questo compito esigerà da parte vostra un sincero sforzo di rinnovamento interiore che deriva dal rapporto personale con il Crocifisso Risorto”, spiega il Papa: “Solo chi è crocifisso dall’amore, come lo è stato Gesù sulla croce, è capace di soccorrere i crocifissi della storia con parole e azioni efficaci. Non è infatti possibile convincere gli altri dell’amore di Dio solo attraverso un annuncio verbale e informativo. Occorrono gesti concreti che facciano sperimentare quest’amore nel nostro stesso amore che si dona condividendo le situazioni crocifisse, anche spendendo la vita sino alla fine, pur restando chiaro che tra l’annuncio e la sua accoglienza nella fede corre l’azione dello Spirito Santo”.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *