I neo cinquantenni di Acquaviva Picena hanno pregato insieme

Condividi questo articolo sui social o stampalo

ACQUAVIVA PICENA – Sabato 14 novembre presso la parrocchia di San Nicolò di Acquaviva Picena, una piccola rappresentanza della “classe 1970” si è ritrovata per pregare insieme per il traguardo raggiunto. Non è stata una classica “rimpatriata”, perché a causa del Covid e delle relative norme vigenti, tutto quello che si è desiderato fare, non è stato possibile realizzarlo.

Il pensiero, durante la preghiera, è volato a tutti i nati nel 1970, siano essi nati o residenti ad Acquaviva, ai compagni di classe e a tutti quelli che negli anni sono diventati parte della comunità acquavivana e che ora purtroppo non erano presenti; un pensiero velato di malinconia per non aver avuto la possibilità di festeggiare in “grande” i cinquanta anni. Questa piccola rappresentanza di neocinquantenni ha deciso di partecipare insieme alla Celebrazione Eucaristica delle 18:00, solamente per non fare terminare questo 2020, per loro particolarmente importante, senza ringraziare il Signore. Una preghiera rivolta a Dio per sé stessi, per gli amici assenti e per gli insegnanti che sono in Cielo; una preghiera speciale per i due compagni saliti al Padre: Fabrizio Giovannini e Roberto Bruni, un ricordo inoltre per Ivo Giudici e Mimmo Di Lorenzo che anche se nati nel 1969, hanno frequentato alcuni anni scolastici con il gruppo 1970. Un posto nel cuore per ciascuno di loro. I presenti hanno sottolineato che appena ci si potrà rincontrare e i tempi saranno migliori, tutta la “classe 1970” sarà invitata a partecipare ad una bella festa che avrà davvero il “gusto” della festa e della gioia di potersi ritrovare per ricordare il passato e raccontarsi il futuro.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *