Sl via la campagna per raccontare le storie di chi fugge dall’inferno libico “Persone, non numeri”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Migrants of the Mediterranean (MotM), Mediterranea Saving Humans e la sua sorella americana Saving Humans Usa annunciano la loro collaborazione a sostegno degli esseri umani coinvolti nello scenario delle migrazioni nel Mediterraneo centrale con la campagna “Persone, non numeri”. L’iniziativa nasce per valorizzare l’aspetto umano dei singoli individui che affrontano la pericolosa traversata dopo essere scappati da un Paese devastato dalla guerra e politicamente instabile, la Libia, dove da diversi anni sono stati documentati gravi abusi dei diritti umani nei confronti dei migranti. Le loro storie saranno raccontate sui social network delle rispettive associazioni.
Mediterranea Saving Humans, impegnata da due anni in azioni di monitoraggio e denuncia della situazione nel Mediterraneo centrale, quando necessario soccorre le persone le cui storie sono le stesse che si possono leggere nell’archivio di Migrants of the Mediterranean. Assieme le due associazioni si impegnano per salvare la vita di persone vulnerabili e raccogliere le importanti e, allo stesso tempo, delicate storie di coloro che riescono a raggiungere le coste europee.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *