San Benedetto Martire, la festa patronale al tempo del covid

Condividi questo articolo sui social o stampalo

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nonostante tutti i limiti imposti dalle circostanze, la comunità parrocchiale di San Benedetto Martire e tutta la Città si preparano a vivere la festa del Santo Patrono che, come ogni anno, sarà onorato il giorno 13 ottobre.

È questa infatti la data che la tradizione ci consegna come giorno del martirio, avvenuto appunto il 13 ottobre 304. In quel tempo tutta la Chiesa stava subendo l’ultima e la più terribile di tutte le persecuzioni avvenute sotto l’impero romano, quella di Diocleziano.

Benedetto, un soldato romano che prestava il suo servizio presso la città di Cupra, si rifiutò di adorare l’imperatore come una divinità e pertanto venne decapitato e gettato nel fiume Menocchia. Benedetto si comportò come tanti altri commilitoni cristiani che diedero la vita pur di non rinnegare Cristo. Secondo la leggenda, il suo corpo venne ritrovato miracolosamente intatto sul litorale della nostra città e di lì venne portato dove oggi sorge la chiesa a lui dedicata.

I festeggiamenti avranno inizio venerdì 2 ottobre, quando la reliquia del patrono farà sosta presso la parrocchia di San Giacomo della Marca. A seguire la reliquia di San Benedetto Martire sarà venerata nelle altre parrocchie della città: Santissima Annunziata (3 ottobre), Cristo Re (4 ottobre), Sacra Famiglia (5 ottobre), San Pio X (6 ottobre), Sant’Antonio di Padova (7 ottobre), San Giuseppe (8 ottobre presso il Santuario dei Padri Sacramentini), Madonna del Suffragio (9 ottobre), Santa Maria della Marina (10 ottobre) e San Filippo Neri (11 ottobre). Infine lunedì 12 ottobre la reliquia sarà esposta alla venerazione dei fedeli presso la parrocchia di San Benedetto Martire.

Moltissimi gli eventi in programma presso la chiesa di San Benedetto Martire. Domenica 11 ottobre alle 11.00 Mons. Carlo Bresciani amministrerà il Sacramento della Confermazione a ragazzi della parrocchia, mentre alle 18.30 avrà inizio il triduo con una solenne celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo Emerito Gervasio Gestori.

Lunedì 12 ottobre le Sante Messe saranno celebrate alle 7.30 e alle 21.00. Al termine di quest’ultima celebrazione si terrà una intervista-dialogo con Pietro Pompei, direttore editoriale de “L’Ancora”.

Il culmine della festa sarà martedì 13 ottobre. Una prima celebrazione eucaristica avrà luogo alle 8.00. Alle 10.00 sarà celebrata una Santa Messa particolarmente dedicata ai nonni e ai loro nipoti. Alle ore 17.30 il Vescovo Carlo Bresciani presiederà in Piazza Bice Piacentini la Santa Messa durante la quale avverrà la riconsegna della chiave della Città al Santo da parte del Sindaco Pasqualino Piunti (solo in caso di pioggia la funzione si terrà in chiesa) e la benedizione della Città in Piazza Sacconi, sotto il Torrione. Seguirà un concerto.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *