San Benedetto, venerdì 7 agosto un nuovo appuntamento di “ConTatto è Amore”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ in programma per venerdì 7 agosto un nuovo appuntamento di “ConTatto è Amore”, la serie di incontri promossi dall’Assessorato alla pace e pari opportunità del comune di San Benedetto del Tronto per offrire a residenti e turisti un’occasione di riflessione su argomenti che mirano a promuovere una sana aggregazione, i valori dell’amore e del rispetto verso il prossimo, l’armonia nelle relazioni per contrastare la violenza e la prevaricazione.

Alle ore 21, alla Palazzina Azzurra, sarà ospite della serata Attilio Cavezzi, chirurgo vascolare dedito alla medicina della longevità e translazionale, che descriverà “I primi 1000 giorni di vita che decidono la nostra salute”. Cavezzi, medico chirurgo vascolare, appassionato di medicina translazionale e della longevità. Sanbenedettese DOC, già vicepresidente mondiale della Unione Internazionale di flebologia e premiato a Melbourne con l’ ”Award of Excellence for International Collaboration in Phlebology”.
Cavezzi spiegherà come la vita intrauterina e i primi 2-3 anni di vita segnino in modo importantissimo la nostra salute psico-fisica. Il paradigma dell´attaccamento di Bowlby e le successive ricerche scientifiche hanno chiarito questo fondamentale imprinting epigenetico su salute e malattia dei figli, derivato dal rapporto con i genitori (o nonni, baby-sitter ecc.) e l´ambiente.

Per assistere agli incontri è obbligatoria la prenotazione telefonando al numero 3496952813 ed è necessario arrivare entro le 20.30 con mascherina obbligatoria e rispettando il distanziamento sociale. In caso di maltempo, gli incontri si terranno nell’Auditorium comunale “Tebaldini” o, in alternativa, su apposita piattaforma telematica (seguire gli aggiornamenti su www.comunesbt.it – Area tematica – Pari opportunità, integrazione, pace). Sarà comunque possibile seguire gli incontri in diretta sulla pagina Facebook del Comune “Città di San Benedetto del Tronto”.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *