Montelparo, un nuovo premio per Luigi Pierantozzi

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Di Giuseppe Mariucci

MONTELPARO – Ancora premi e onori per il nostro compaesano Luigi Pierantozzi (meglio conosciuto, a Montelparo,  come Giggi de Fringuillu!)!

A Tollo, per il premio “Kalos 2020 per l’arte e la letteratura” (uno degli eventi culturali più importanti d’Abruzzo) il 19 luglio gli stato conferito il premio dell’Arte!

Il premio è a cura del critico d’arte Massimo Pasqualone, referente di Irdidestinazionearte per i progetti internazionali. «Dopo lo straordinario successo di Kalos 2018 e 2019, che ha visto la divulgazione del catalogo in Polonia, Belgio, Canarie, Spagna e tutta Italia  oltre cento presentazioni, tra cui quella al British Museum di Londra, abbiamo pensato – scrive il critico Massimo Pasqualone – di realizzare l’edizione 2020: il catalogo, oltre alla consueta diffusione nazionale ed internazionale, vedrà una presentazione a Dubai, nell’ambito dell’Expo mondiale, ed a Fiume, capitale europea della cultura e prevede, come di consueto, una diffusione capillare tra tutti gli attori della comunità culturale».

“Le pagine del catalogo- prosegue Pasqualone– si compongono di emozioni, di colori, di segni, con 90 artisti da tutta Europa, che interpretano in modo precipuo il tempo della bellezza: l’anima dell’artista si frantuma quando le emozioni della giornata si fanno dirompenti, quando il peso dei ricordi necessita di una revisione, quando l’io si trasforma in io-lirico, che attraversa i meandri della vita alla ricerca del sé. Un’avventura, oserei dire, in regioni e ragioni sconosciute dello spirito e del pensiero, che si fa operazione artistica, attraversa e supera qualsiasi solipsismo per divenire esperienza condivisa, universale, finanche eterna. Ogni artista, ogni esperienza poetica, infatti, assume nell’opera d’arte quel di più che gli permette di dire gli attimi ed i frammenti, persino i secondi di una vita tra le vite, in una poetica del correlativo oggettivo che esprime nel testo artistico la forza di una comprensione che si dispone con sovrapposizioni spaziali, per un tempo senza tempo ed uno spazio che oserei dire metafisico”.

Secondo Carlo Gentili, coordinatore delle Marche, il livello è molto alto con la presenza di artisti da tutta Europa e una nutrita ed interessante presenza degli artisti delle Marche.

Il Premio Kalos 2020 cala il sipario con numeri da record come 70 artisti , 200 scrittori , 16 componenti della giuria , 22 premi alla cultura e un catalogo con 91 artisti che sarà presentato anche a

Dubai.

E noi siamo ovviamente molto orgogliosi di avere un nostro amico e compaesano situato in una così elevata posizione e considerazione artistica!

Per quanto tutto sopra esposto, non possiamo non inviare un “bravissimo!” a Luigi Pierantozzi!

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *