Ripatransone si prepara a festeggiare Santa Maria Maddalena

Condividi questo articolo sui social o stampalo

RIPATRANSONE – Ripatransone si appresta a celebrare la festa di Santa Maria Maddalena, patrona principale della Città. Non solo l’emergenza covid non ha bloccato i festeggiamenti – che comunque prevederanno tutte le misure di sicurezza necessarie – ma addirittura ci sono importanti novità, come ci ha spiegato il parroco Don Nicola Spinozzi: «Quello che stiamo per realizzare a Ripatransone nell’ambito dei festeggiamenti in onore della nostra Patrona è qualcosa di nuovo e importante. Infatti, tenendo conto di tutti i luoghi, delle opere d’arte presenti nel territorio e di quella che è la nostra tradizione, frutto di una sedimentazione plurisecolare di fede, di storia e di cultura, come comunità cristiana ci siamo fatti promotori di un’opera di sintesi con il Comune e le realtà presenti sul territorio e lo Studio d’Arte di Mario Vespasiani. Pertanto sabato 18 e domenica 19 luglio a partire dalle ore 18.00 chiunque si troverà a Ripatransone avrà l’opportunità di essere accolto da dei volontari nei luoghi più significativi (si veda il programma, ndr) della Città, che per l’occasione saranno tutti contemporaneamente aperti. La festa si concluderà poi in modo solenne mercoledì 22 luglio alle ore 21.15 quando il Vescovo Carlo Bresciani celebrerà in Duomo la Santa Messa. Con l’occasione vorrei ringraziare tutte le persone che collaborano alle attività parrocchiali, senza le quali non sarebbe stato possibile portare avanti non solo la festa, ma anche il lavoro pastorale che non si è mai fermato, nonostante il coronavirus. Infatti durante il lockdown e ancora adesso, grazie all’impegno di diversi collaboratori giovani e non, siamo riusciti a trasmettere la Santa Messa in streaming su facebook e youtube attraverso la pagina Riparrocchie. Anche le attività del Grest, pur con tutte le misure di sicurezza necessarie, sono state portate avanti da tanti collaboratori che impegnano il loro tempo in favore di tutta la comunità e in particolare dei più giovani. In questo periodo di lockdown è anche nata la Caritas Parrocchiale che insieme alle suore teresiane opera come strumento di sostegno, di aiuto e di amore verso le persone più fragili e bisognose dellla nostra parrocchia. Venite alla festa della nostra Patrona! Vi aspettiamo!».

Ecco nello specifico il programma. Nei giorni 18 e 19 luglio a partire dalle ore 18.00 dei volontari accoglieranno fedeli e turisti nei seguenti luoghi: Duomo, Santuario Madonna di San Giovanni, Chiesa di San Rocco, Chiesa di San  Giovanni Decollato, Cripta di San Giovanni Evangelista con la Mostra su Padre Matteo Ricci, Museo Vescovile di Arte Sacra, Museo Civico Archeologico, Museo della Civiltà Contadina e Artigiana, Museo Cavallo di Fuoco, Studio d’Arte di Mario Vespasiani, Teatro Mercantini e Vicolo più stretto d’Italia. Mercoledì 22 luglio alle ore 21.15 presso il Duomo Mons. Carlo Bresciani presiederà la Santa Messa.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *