Corpus Domini ad Acquaviva Picena, segno di speranza

Condividi questo articolo sui social o stampalo

ACQUAVIVA PICENA – Domenica 14 giugno, solennità del Corpus Domini, i fedeli della parrocchia di Acquaviva Picena, rispettando le norme previste dal decreto riguardo l’emergenza sanitaria in corso, si sono ritrovati nella chiesa di san Niccolò per pregare insieme. Anche se non è stato possibile celebrare solennemente come da tradizione, la fede non assopita, ha fatto sì che molte persone partecipassero alla santa Messa. Purtroppo a causa della capienza massima stabilita in base al distanziamento obbligatorio, molte persone, alla Messa delle 19.00 sono dovute rimanere fuori dalla chiesa e partecipare alla preghiera attraverso gli amplificatori posti sulla piazza.
Il parroco don Pierluigi, dopo che tutti i fedeli sono usciti ordinatamente dalla chiesa e con le dovute distanze, si sono sistemati sulla piazza, ha impartito la solenne benedizione con il Santissimo Sacramento dalla terrazza della proloco. Questa celebrazione fortemente sentita dalla comunità, è stata vissuta come un segno di speranza dopo le dolorose privazioni della quarantena. Anche se non è stati possibile vivere la processione Eucaristica, il parroco ha invitato i fedeli ad essere loro stessi “cibo” per la vita del mondo, prolungando il dono dell’Eucarestia ricevuta, nelle case, nelle strade, nei luoghi della vita, ricordando come nel tempo della quarantena, così simile al deserto di cui parlava la Prima Lettura, il Padre ha potuto donare un cibo che veniva dal cielo e che può donare una vita nuova, libera dalla schiavitù della paura e della morte.

Un ringraziamento anche ai volontari che si sono occupati del rispetto delle norme. Alla celebrazione hanno partecipato anche il sindaco di Acquaviva Picena Rosetti, l’amm.ne comunale e il Comandante maresciallo della stazione dei carabinieri di Acquaviva Sansiveri

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *