Fase 2 (dopo il 18 maggio), precisazioni su: Battesimi, Matrimoni, Prima Comunione, Cresima e Confessione

Condividi questo articolo sui social o stampalo

“L’emergenza non è finita. Ci attendono altri mesi pieni di preoccupazioni e di sfide, ma con la buona volontà di tutti riusciremo a superare anche questa fase e, se Dio vuole, ad uscire dal dramma, costato finora decine di migliaia di morti e centinaia di migliaia di infettati in tutta Italia”. Ricordando le parole del card. Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana, nella messa in ricordo di san Giovanni Paolo II, pubblichiamo la risposta della CEI ad alcune domande puntuali.essore e penitente indosseranno la mascherina.

Dal 18 maggio si possono celebrare i battesimi?
Sì, si dovranno rispettare tutte le regole per le celebrazioni, in particolare in materia di scaglionamento, distanziamento e dispositivi di protezione individuale.

È possibile celebrare i matrimoni?
Sì, si dovranno rispettare tutte le regole per le celebrazioni, in particolare in materia di scaglionamento, distanziamento e dispositivi di protezione individuale.

Comunione e Cresima?
Il sacramento della Cresima è sospeso. Sulle Prime Comunioni si chiede di rinviarle. Al riguardo, ricordiamo le parole di Papa Francesco al Regina Caeli di domenica 17 maggio: “Chiaramente, a causa della pandemia, questo bel momento di fede e di festa è stato rimandato. Perciò desidero inviare un pensiero affettuoso ai bambini e alle bambine che avrebbero dovuto ricevere per la prima volta l’Eucaristia. Carissimi, vi invito a vivere questo tempo di attesa come opportunità per prepararvi meglio: pregando, leggendo il libro del catechismo per approfondire la conoscenza di Gesù, crescendo nella bontà e nel servizio agli altri. Buon cammino!”.

Come si può svolgere la Confessione?
In luoghi ampi e areati che consentano, a loro volta, il pieno rispetto delle misure di distanziamento e la riservatezza richiesta dal Sacramento. Confessore e penitente indosseranno la mascherina.

 

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *