Vescovo Bresciani: Discernimento, Ascolto e Ricomposizione, al centro dei consigli pastorali Parrocchiali

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Di Daniela Litta

DIOCESI – Si è tenuto il 23 gennaio scorso, alle ore 21.00, presso il Convento dei Frati Minori Francescani, in Montedinove,  l’incontro dei consigli pastorali parrocchiali della Vicaria Beata Assunta Pallotta.
A presiedere l’incontro il Vescovo della diocesi di San Benedetto del Tronto – Ripatransone – Montalto, Mons. Carlo Bresciani che ha sottolineato come la Chiesa debba mutare insieme alle epoche che mutano,  e, come Essa debba rimanere “ un organismo vivo” per fronteggiare i tempi.
E’ stata evidenziata la centralità del Consiglio Pastorale, che ha il compito di “avviare processi” tramite la pratica del “ discernimento”, una meditazione attenta e consapevole ed e’ stato chiarito come questa pratica si avvalga di un metodo operativo, il cui obiettivo è’ la sintesi dello  “ stemma del nostro sogno di Chiesa”.
Dopo questa premessa, chiara e puntuale del Monsignore, i presenti si sono suddivisi in gruppi, capitanati da esperti di dinamiche dei Consigli Pastorali.
Cosi’, in raccoglimento, e’ stata recitata l’Invocazione allo Spirito Santo e letto un passo del Vangelo secondo Matteo.
Ogni gruppo si è impegnato, attraverso la riflessione e una meditazione ispirata, a convergere sull’indirizzo da destinare alla parrocchia appartenente,  mediante la selezione di diverse fotografie evocative, o “ immagini sogno”, scelte e argomentate, di volta in volta , in un’ ottica di coesione e compartecipazione.
A seguire, tutti i gruppi , si sono ritrovati in un’ unica sala per la condivisione delle loro sintesi.

Il Vescovo Bresciani ha concluso puntando l’attenzione su tre Parole Chiave di cui deve avvalersi questo “ modus operandi” per ogni Consigli Pastorali: “ Discernimento – Ascolto – Ricomposizione”.

La seduta si è’ sciolta’ con queste sagge e bellissime parole: “ La nostra identità’ risiede in quello che speriamo”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *