A Grottammare l’economista Stefano Zamagni, presidente della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali

Condividi questo articolo sui social o stampalo

GROTTAMMARE – L’economista Stefano Zamagni è il prossimo protagonista delle Giornate della partecipazione.
L’incontro, in programma domenica prossima, 19 gennaio, prende il titolo dall’ultimo saggio “Responsabili, come civilizzare il mercato”, in cui Zamagni – presidente della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali, docente di Economia politica all’Università di Bologna e alla Johns Hopkins University – affronta il significato di «essere responsabili» oggi. L’appuntamento è fissato alle ore 17, nella Sala Kursaal.

“Se è relativamente facile rispondere quando è questione di comportamenti dei singoli – si legge in un estratto dell’opera – , le difficoltà sorgono quando entrano in gioco azioni che riguardano la collettività. Chi è, ad esempio, responsabile delle disuguaglianze crescenti, della disoccupazione, della povertà, dei disastri climatici? E che cosa accadrà nella società dei big data e dei social network, dove le smart machine potranno «pensare» e decidere? Nel mondo iperconnesso e globalizzato ogni azione si carica di conseguenze non volute, e spesso neppure immaginate. Essere responsabili allora non è solo non fare il male – è questa la responsabilità come imputabilità – ma è agire per il bene e, nel mercato, adottare comportamenti che affermino la responsabilità come prendersi cura”.

L’iniziativa è un appuntamento previsto nella rassegna “Incontri” delle Giornate della Partecipazione 2019, curata dall’associazione “I luoghi della scrittura”. Ingresso libero.

Zamagni: nato a Rimini il 4 gennaio 1943, si è laureato nel 1966 in economia e commercio presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, proseguendo negli studi di specializzazione presso il Linacre College dell’Università di Oxford. Nel 1979 ha iniziato ad insegnare International Trade Theory, Microeconomics, Quantitative Methods for Economics e Public Sector Economics alla Johns Hopkins University, sede di Bologna. È professore ordinario di economia politica presso l’Università di Bologna, dove ha ricoperto numerosi ruoli, tra cui la presidenza della Facoltà di economia, impegnandosi soprattutto negli studi sul mondo del no profit; sempre a Bologna, è vice-direttore del Senior Adjunct Professor of International Political Economy (Sais). È stato nominato accademico pontificio il 9 aprile 2013, entrando poi a far parte del Consiglio dell’Accademia. È membro di varie Istituzioni, fra le quali: il Comitato accademico del Human Development, Capability and Poverty International Research Center presso l’Università di Harvard; del Consiglio nazionale per il Terzo Settore, a Roma; del Consiglio scientifico del programma di dottorato in economia presso l’Università Cattolica Argentina. I suoi studi e pubblicazioni riguardano l’ambito dell’economia politica internazionale, economia civile, economia ed etica, teorie del comportamento dei consumatori e della scelta sociale, epistemologia economica. Autore di numerosi libri e articoli di riviste nell’ambito dell’economia del welfare, della teoria del comportamento dei consumatori, della teoria della scelta sociale, dell’epistemologia economica, dell’etica, della storia del pensiero economico e dell’economia civile.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *