L’Epifania a Montelparo

Condividi questo articolo sui social o stampalo

 

 

di Giuseppe Mariucci

MONTELPARO – Anche in questo inizio dell’anno 2020, le cerimonie dedicate all’Epifania si sono svolte, a Montelparo, all’interno della rinnovata Palestra Comunale che, grazie alla disponibilità dell’Amministrazione Comunale, supplisce ancora una volta alla mancanza assoluta, per i danni del terremoto del 2016, di tutte le Chiese capaci di ospitare la tantissima gente oggi intervenuta.

Padre Emanuele, Priore-Parroco della Parrocchia di San Michele Arcangelo, coadiuvato dal sempre brillante Padre Giovanni, ha condotto la cerimonia religiosa ricevendo anche i Re Magi che recavano i loro doni nel Presepe dove il Bambino Gesù era contornato dai bravissimi bambini dell’oratorio che si sono immedesimati nei vari personaggi!

Anche questa volta la Corale Petrocchini ha fatto la sua parte come l’ha fatta la bravissima Maria che ha intonato quella “Ninna nanna”, del Maestro Mario Marziali, che da cinquant’anni risuona nelle occasioni natalizie!

Al termine della cerimonia religiosa il Sindaco Marino Screpanti ha invitato i presenti a partecipare alla grande tombolata non prima, però, di aver consegnato, con la partecipazione dell’Associazione Giovanile “Il Chiostro” e l’intervento di una “vera” Befana, giochi e dolciumi ai felicissimi bambini presenti! Ed anche in questa occasione ha ricordato l’imminente ricorrenza di Sant’Antonio Abate!

A Montelparo, infatti e da oltre trecento anni, la “Storia, la Cultura e la Tradizione” vogliono che il 17, 18 e 19 Gennaio siano giorni dedicati al consumo de “U Coppu de Vaccalà”! Questo porterà nel nostro paese migliaia di avventori da ogni parte d’Italia e non solo!

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *