Diocesi, oggi l’anniversario dell’ordinazione episcopale del Vescovo Carlo Bresciani

Condividi questo articolo sui social o stampalo

DIOCESI – Nella ricorrenza del 6° anniversario dell’ordinazione Episcopale del Vescovo della diocesi di San Benedetto del Tronto – Ripatransone – Montalto, Mons. Carlo Bresciani, l’intera comunità diocesana si stringe intorno al suo pastore, elevando al Signore il ringraziamento per questi anni di ministero nella Chiesa Truentina.
Monsignor Bresciani è stato consacrato Vescovo a Brescia, nella Chiesa Cattedrale Santa Maria Assunta, l’11 gennaio 2014 per mano di S.E.R. Mons. Luciano Monari.
L’anniversario dell’ordinazione episcopale è momento di grazia per il Vescovo, che torna alla sorgente sempre fresca del suo ministero, e per l’intera diocesi, di cui egli è guida, padre e pastore.

Una solenne Eucaristia verrà celebrata questa sera, sabato 11 gennaio, alle ore 21.00 presso la Chiesa Cattedrale Madonna della Marina.
La celebrazione sarà l’occasione sia per rinnovare e manifestare la gratitudine e l’affetto per il prezioso ministero di Mons. Bresciani per l’intera comunità diocesana.

Il Vescovo Carlo Bresciani nasce a Nave il 26 marzo 1949.
Viene ordinato presbitero a Brescia il 7 giugno 1975 della parrocchia di Cortine. Negli anni dal 1975 al 1980 ha studiato a Roma.
Tra 1980 e il 1981 è stato vicario cooperatore festivo della parrocchia di San Giacomo in città.
Tra 1981 e il 1982 è stato nuovamente studente a Roma, al suo ritorno tra 1982 e il 1985 è stato nominato vicario cooperatore festivo della parrocchia di Maderno.
Tra 1985 e il 1986 è stato vicario parrocchiale festivo di San Vigilio V.T.; tra il 1982 e il 2001 è stato assistente ecclesiastico Associazione Medici Cattolici Italiani.
Nel 1986 fino al 2009 è stato vicario parrocchiale festivo della parrocchia di Lodrino e, sempre negli stessi anni, insegnante presso l’Università Cattolica.
Dal 1997 al 2009 è stato direttore dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose presso l’Università Cattolica di Brescia. Dal 1982 è stato insegnante presso il Seminario Diocesano di Brescia e l’Università Cattolica.
Dal 2004 è Consultore della Congregazione per l’Educazione Cattolica e Direttore dell’Istituto Superiore Formatori presso l’Istituto di Psicologia della Pontificia Università Gregoriana.
Dal 2009 al 2014 è stato Rettore del Seminario diocesano di Brescia.

Spiegazione stemma episcopale di S.E. mons. Carlo Bresciani
Lo stemma è a scudo bipartito

Lato sinistro dello scudo 
Nave: ricorda il Paese di nascita: Nave – è anche il simbolo della Chiesa – San Benedetto del Tronto è un importante porto di mare: quindi richiamo alla diocesi
Stella: Maria, madre della Chiesa. La patrona del Seminario di Brescia è “Maria Immacolata”, ma indica anche la stella polare che orienta la navigazione della barca della Chiesa: Gesù
Azzurro: A causa della sua relazione con il cielo, l’azzurro simboleggia tutte le virtù più elevate, tra le quali devozione, fedeltà, castità, giustizia, santità.

Croce rossa centrale a doppio braccio: 
Croce centrale: la croce al centro rimanda al mistero pasquale di morte e resurrezione, mistero da cui la Chiesa trae la sua origine e la sua vita.
Doppio braccio orizzontale: richiama le SS. Croci di Brescia, la mia Chiesa di origine
Rosso: rimanda al sangue di Cristo. Dal costato di Cristo uscì sangue e acqua. Un nuovo richiamo alla Chiesa

Lato destro dello scudo 
Leonessa: ricorda Brescia la città, Brixia fidelis fidei et iustitiae. – il mio cognome, Bresciani, mi ricollega a Brescia

Motto 
Pro corpore eius. Tratto da Col 1,24: “a favore del suo corpo che è la Chiesa, di essa sono diventato ministro, secondo la missione affidatami da Dio verso di voi di portare a compimento la parola di Dio”. L’ordine episcopale è per il servizio alla Chiesa.

 

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *