Filippine: shock e tristezza del cardinale Tagle per l’incremento dei suicidi

Condividi questo articolo sui social o stampalo

tagle

www.vaticannews.it

Aumenta il tasso dei suicidi nelle Filippine segnalato in particolare nelle province del sud est dalle autorità locali (a Iloilo circa 100 tra il 2018 e giugno 2019). Di fronte a questa impressionante tendenza il cardinale Luis Antonio Tagle arcivescovo di Manila, ha espresso tutta la sua preoccupazione chiedendo un rinnovamento culturale.

“Il mistero del Natale è contrario alla spinta, al desiderio e all’impulso di distruggere le persone, le vite, le famiglie, le società e il creato”, ha detto il cardinale Tagle nominato da Papa Francesco come nuovo Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, in una dichiarazione rilasciata nel periodo natalizio. Il porporato ha anche accennato alle crescenti tendenze al bullismo, anche attraverso i social media, come fattori che contribuiscono all’aumento del tasso di suicidio.

Siamo rattristati e scioccati – ha detto – nel vedere come alcune persone si compiacciano di “distruggere la vita di altre persone”, e “siamo ancora più turbati nel vedere giovani già decisi a farsi del male e a porre fine alle loro vite”, sottolineando quanto al contrario il Natale porti con sè un messaggio salvifico.

In attesa dei risultati di uno studio di una commissione apposita, le fonti governative filippine indicano come principali cause di suicidio i problemi all’interno della famiglia, le relazioni sentimentali, i problemi dei più giovani a scuola e gli episodi di bullismo.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *