Morandi: nel documento sull’antropologia non si apre alle unioni gay

Condividi questo articolo sui social o stampalo

bibb

Vatican News

Il segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede commenta il recente studio della Pontificia Commissione Biblica “Chi è l’uomo?”. Alcuni argomentano in modo ideologico su questo tema ma, dice, nella Bibbia “non vi sono esempi di ‘unione’ legalmente riconosciuta tra persone dello stesso sesso”

Eccellenza, può spiegare qual è il significato del documento sull’antropologia appena pubblicato dalla Pontificia commissione biblica? Qual è lo scopo che si prefigge?
Lo stesso documento dichiara di voler essere “un’interpretazione fedele dell’intera Sacra Scrittura riguardo al tema antropologico”. Esso si fonda “su un originale procedimento espositivo che ha assunto quale testo di riferimento il racconto fondatore di Genesi 2-3…perché queste pagine bibliche sono ritenute fondamentali dalla letteratura neotestamentaria e dalla tradizione dogmatica della Chiesa”. Insomma, il testo intende “favorire una visione globale del progetto divino sull’uomo, che ha preso inizio con l’atto della creazione e si realizza nel corso del tempo, fino al compimento nel Cristo, l’uomo nuovo, che costituisce la chiave, il centro e il fine di tutta la storia umana”.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *