Papa Francesco “La Vergine Santa di Loreto ci aiuti a percorrere il cammino della pace e della fraternità”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Anche Papa Francesco, dopo aver ricordato l’inizio del Giubileo Lauretano domenica scorsa nell’Angelus da Piazza San Pietro, ha voluto condividere ieri, la festa della Beata Vergine Maria di Loreto, con il seguente tweet: “La Vergine Santa di Loreto ci aiuti a percorrere il cammino della pace e della fraternità fondate sull’accoglienza e sul perdono, sul rispetto dell’altro e sull’amore; doni alle famiglie la benedizione della vita e porti aiuto e conforto a quanti sono nella prova”.
Sul tema dell’accoglienza si è soffermato oggi anche l’Arcivescovo Delegato Pontificio di Loreto, Mons. Fabio Dal Cin, nel saluto rivolto IERI all’inizio della Messa presieduta dal Nunzio Apostolico in Italia, Mons. Emil Paul Tscherrig: “Dalla Santa Casa, dove Maria si è fatta casa per accogliere il Dio della vita è fiorita la città di Loreto”, ha rimarcato Mons. Dal Cin, “Una città che porta nella sua storia l’impronta dell’accoglienza. Loreto è nata per accogliere i pellegrini”. Parole che, più che chiudere una “tre giorni” molto intensa, spalancano un anno nel quale la città di Loreto sarà chiamata a rinnovare la propria vocazione: “Preghiamo per questa nostra città”, ha aggiunto l’Arcivescovo, “perché in questo Giubileo cresca ulteriormente nella sua luminosa storia di accoglienza.”
Sono state decine di migliaia e provenienti da tutto il mondo i pellegrini che da sabato scorso, quando sono state inaugurate le mostre giubilari, hanno partecipato agli eventi del Santuario lauretano. Così sarà per l’intero anno giubilare ed è per questo motivo, nel segno dell’accoglienza ai pellegrini, che la Delegazione Pontificia ha provveduto ad aprire da oggi un Info Point nel Palazzo Apostolico, dunque in prossimità della Basilica, cui chiunque potrà rivolgersi per conoscere e condividere le iniziative pastorali del Santuario della Santa Casa destinate a giovani, famiglie e malati.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *