Parrocchia Madonna della Speranza, questa sera l’incontro con Federica Angeli

Condividi questo articolo sui social o stampalo

GROTTAMMARE – Questa sera, venerdì 6 dicembre alle ore 21.30, presso la Parrocchia Madonna della Speranza di Grottammare, la giornalista Federica Angeli racconterà: “La Speranza“.
La serata fa parte di un programma di tre incontri che ha come titolo “Le voci della Città”. Nei prossimi incontri le protagoniste saranno: Francesca Fialdini (13 dicembre) e Cecilia Strada (20 dicembre). Clicca qui

Federica Angeli è una giornalista che non si è arresa alle minacce della malavita organizzata, continuando a denunciare la verità e a desiderare una città più bella. Nel suo libro “A mano disarmata” (Ed. Baldini e Castoldi), diventato anche un film, racconta la sua vita sotto scorta. Per la stessa casa editrice, ha appena pubblicato “Il gioco di Lollo”, un libro che narra la sua vicenda, vista con gli occhi di suo figlio.

La Angeli, giornalista de La Repubblica dal 2013 vive sotto scorta per le sue inchieste sulla mafia a Ostia, dopo la sentenza della Corte d’Assise di Roma, che ha stabilito che il clan Spada costituisce “un’associazione per delinquere di stampo mafioso”, nel processo celebrato nell’aula bunker di Rebibbia, a carico di 24 imputati legati alla famiglia di Ostia.

In una recente intervista la giornalista affermava: “Nel 2013, quando ero da pochi mesi sotto scorta, a novembre Carmine Spada incontrando mio figlio, sotto casa mia, si è alzato gli occhiali e ha fatto il segno della croce. Il bambino era con mio marito. Quando è tornato a casa, me lo ha raccontato e io mi sono messa a ridire, dicendo: “Che bello, ti ha fatto la benedizione, si avvicina Natale”. Mio figlio così ha creduto. Abbiamo cercato di filtrare tutte le cose brutte.
Oggi, a 14 anni, può comprendere la portata di quel gesto, ma per noi è stato importante che a 8 anni non gli arrivasse la paura e la cattiveria di una promessa di morte”.

Un incontro da non perdere.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *