Russia: Mosca, 60mila senzatetto, 2.500 morti l’anno. Caritas cerca volontari e organizza un corso di formazione

Condividi questo articolo sui social o stampalo

RUSSIA – Sono circa 2.500 le persone che muoiono ogni anno per le strade di Mosca, la maggior parte durante i mesi invernali segnati dal grande freddo.

A vivere per le strade della capitale russa, senza un tetto sotto cui ripararsi, si contano 60mila persone: migranti, disoccupati, emarginati sociali.

Sono le ultime cifre che il “club della solidarietà”, un ente cristiano di volontariato che da oltre 25 anni offre sostegno a vario livello per le persone che vogliono ricominciare a vivere con dignità, ha pubblicato sul proprio profilo Facebook, in relazione alla terza Giornata mondiale dei poveri.

A lavorare nelle strade di Mosca per i senzatetto sono diverse organizzazioni di ispirazione religiosa, tra cui la Caritas, che in queste settimane di novembre sta svolgendo un “corso base per volontari” indirizzato a chi “non è indifferente al problema dei senzatetto, non ne ha paura, ma non ha esperienza di volontariato e vuole aiutare”. Nei quattro appuntamenti, trasmessi anche in diretta web, vengono fornite informazioni sul “fenomeno dei senzatetto”, su quali aiuti sono disponibili a Mosca e su quali “opportunità di volontariato esistono in questo ambito”. Gli appelli “volontari cercasi” si rincorrono sui siti di queste organizzazioni, mentre il freddo più intenso sta per arrivare.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *