Papa in Thailandia: ai giovani, “non rimanere mai a terra e non passare la vita seduto sul divano”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

 

“So che stasera state facendo una veglia di preghiera, state pregando. E so che altri stanno camminando, che vengono qui. Belle queste due cose! Pregare e camminare!”.

Lo ha detto il Papa nel videomessaggio in spagnolo presso la nunziatura apostolica di Bangkok, e rivolto ai giovani tailandesi riuniti in una veglia di preghiera. “Nella vita – ha proseguito Francesco – bisogna fare queste due cose: avere il cuore aperto a Dio, perché da lui riceviamo la forza; e camminare, perché non si può stare fermi nella vita”. “Un giovane non può andare in pensione a 20 anni! Deve camminare. Sempre oltre, sempre in salita”, ha ribadito il Papa: “Qualcuno di voi mi può dire: ‘Sì, Padre, ma a volte io sono debole e cado’. Non importa! C’è una canzone alpina che dice: ‘Nell’arte di salire, ciò che conta non è non cadere, ma non rimanere a terra’”. “Ti consiglio queste due cose”, il consiglio rivolto a ciascun giovane: “Non rimanere mai a terra, alzati subito, che qualcuno ti aiuti ad alzarti. Prima cosa. Seconda cosa: non passare la tua vita seduto sul divano! Vivi la vita, costruisci la vita, fai, vai avanti! Vai sempre avanti nel cammino. Impegnati. E avrai una felicità straordinaria, te lo assicuro”.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *