Cossignano, il Comune ha aderito alla Giornata Mondiale dell’Infanzia

Condividi questo articolo sui social o stampalo

COSSIGNANO – Ieri, mercoledì 20 Novembre 2019 alle ore 11.00 nei locali della Scuola di Cossignano in Via G. Passali, si è tenuto un INCONTRO con gli alunni e i genitori nel corso del quale è stata promossa dal Sindaco Dott. Giancarlo Vesperini una “lettura” inerente la CARTA dei DIRITTI del BAMBINO approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

L’auspicio dell’Amministrazione comunale è stato quello di coinvolgere l’attenzione di grandi e piccoli nel prendere coscienza della situazione, per la promozione e la tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Il Comune di Cossignano ha aderito all’iniziativa dell’Unicef “GO BLUE” promossa in occasione della Giornata mondiale dell’Infanzia del 20 novembre 2019, illuminando simbolicamente di blu l’intero edificio scolastico di Via G. Passali.

Qui di seguito la lettera del Sindaco di Cossignano Giancarlo Vesperini:

“Gent.mi genitori,

Il   20   novembre   è   l’anniversario   della   CARTA   dei   DIRIITI   del   BAMBINO   (approvata

dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1959).

La carta contiene 54 articoli che riconoscono ai piccoli il diritto a essere nutriti, curati, istruiti e autorizzati a giocare. Tutela i disabili, condanna ogni forma di abuso e sfruttamento. E raccomanda amore e comprensione, indispensabili per uno sviluppo armonico della personalità.

Il profondo significato che ha la vita di ogni bambino e la sua dignità di individuo. Il messaggio è che i bambini sono persone, non appendici dei genitori.

E questo riguarda anche noi che pure siamo in grado di nutrirli, curarli e istruirli.

Certo che li amiamo, ma quanto li rispettiamo?

Quanto riversiamo su di loro i nostri sogni e ilnostro bisogno di gratificazione? E quanto spazio lasciamo alla loro libertà di espressione?

Amarli non basta, bisogna rispettarli.

I figli sono il futuro del mondo e se sono rispettati rispetteranno.

Ad ogni bambino va garantito:

Art. 1-Il diritto all’eguaglianza senza distinzione i discriminazione di razza, religione, origine o sesso Art. 2 – Il diritto ai mezzi che consentono lo sviluppo in modo sano e normale sul piano fisico, intellettuale, spirituale e sociale.

Art. 3 – Il diritto ad un nome e ad una nazionalità.

Art. 4- Il diritto ad una alimentazione sana, alloggio e cure mediche.

Art. 5 -Il diritto a cure speciali in caso di invalidità .

Art. 6 -Il diritto ad amore, comprensione e protezione.

Art. 7 -Il diritto all’istruzione gratuita, attività ricreative e divertimento.

Art. 8 – Il diritto a soccorso immediato in caso di catastrofi.

Art. 9 -Il diritto alla protezione contro qualsiasi forma di negligenza, crudeltà e sfruttamento.

Art. 10-Il diritto alla protezione contro qualsiasi tipo di discriminazione ed il diritto ad un’istruzione in uno spirito d’amicizia fra i popoli, di pace e fratellanza.

Questi articoli ci invitano ad una profonda riflessione sullo stato di degrado in cui la nostra società

rischia di scivolare.

E con lei la nostra coscienza, ormai quasi impassibile e attonita di fronte a tanta sofferenza con la quale purtroppo ci siamo abituati a convivere.

Fra i tanti argomenti in cui ci sentiamo di coinvolgere la vostra attenzione ce ne sono alcuni verso i quali non possiamo indulgere ancora: mai più violenza, mai soprusi, ma rispetto e tutela dei diritti. Prendendo coscienza della situazione avremo già fatto la nostra parte. “

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *