Chiese in Europa: responsabili Cec e Ccee a Bruxelles per parlare di populismo e sciogliere “diffidenze e paure”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

 

I responsabili delle Chiese cristiane in Europa si sono incontrati dal 18 al 19 novembre a Bruxelles per parlare della sfida del populismo in aumento oggi in Europa e di cosa le Chiese possono fare insieme per contrastare questo fenomeno. “Vivere la speranza in Europa oggi”, è stato il tema della riunione del Comitato congiunto della Conferenza delle Chiese europee (Cec) e del Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa (Ccee), presieduto dai presidenti dei due rispettivi organismi, il rev. Christian Krieger e il card. Angelo Bagnasco. I partecipanti – si legge in una nota congiunta diffusa oggi – hanno ribadito la volontà di affrontare con rinnovata fiducia le sfide dell’Europa”. “È l’inizio del nostro continuo cammino con il Ccee verso il rafforzamento delle relazioni e della fiducia per affrontare le sfide che emergono oggi in Europa”, ha detto il rev. Krieger. “È stato un incontro immensamente positivo e fruttuoso, dove sono emerse risposte sul tema dell’aumento del populismo da varie prospettive cristiane. Speriamo che queste risposte siano più forti in futuro. Ci sentiamo profondamente ispirati dal tema del nostro incontro e continueremo a camminare insieme nella speranza e nella testimonianza per il futuro comune e migliore dell’Europa”, ha aggiunto. “L’incontro tra Cec e Ccee, ha rinsaldato i rapporti di amicizia e stima reciproca tra i cristiani delle varie confessioni in Europa”, ha affermato il card. Bagnasco. “L’analisi condivisa delle sfide del continente e delle possibili risposte pastorali continuerà e sarà intensificato. Questo ci permetterà di offrire all’Europa delle nazioni un contributo più incisivo”. “L’annuncio di Gesù Cristo, nostra riconciliazione e Principe della pace, supera ogni scoraggiamento e ogni spinta alla divisione e alla chiusura. Riteniamo che lo spirito evangelico dell’incontro e della reciproca conoscenza sciolga le diffidenze e le paure che ci impediscono di aprirci agli altri. Vogliamo diffondere la gioia di camminare insieme, nel rispetto e nella costruzione della civiltà dell’amore di tutti e per tutti, affinché l’Europa sia veramente la casa dei popoli”, ha aggiunto. All’incontro ha preso parte il rev. Dietrich Werner, con un intervento sulla comprensione dell’ascesa del populismo in Europa e sulla risposta delle Chiese. Don Manuel Barrios Prieto, segretario generale della Commissione delle Conferenze episcopali dell’Ue (Comece), e la rev. Guli Francis-Dehqani, vicepresidente della Cec, hanno presentato delle risposte teologiche sull’argomento.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *