Misericordie: sede di Betlemme intitolata a Maria Pia Bertolucci

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Casa Maria Pia”: si chiama così da ieri la sede della Misericordia di Betlemme in ricordo della consigliera nazionale Maria Pia Bertolucci.
Si è svolta ieri la cerimonia di intitolazione dell’edificio che ospita la Misericordia di Betlemme, alla Consorella prematuramente scomparsa. A renderle omaggio sono presenti in Terra Santa il presidente della Confederazione nazionale delle Misericordie d’Italia Roberto Trucchi con una delegazione composta di cui fa parte anche Federico Bonechi che ha seguito il “progetto Betlemme” dalla nascita al suo sviluppo. Con loro il fratello e la sorella di Maria Pia ed un numeroso gruppo di confratelli della Misericordia di Capannori della quale la Bertolucci ha ricoperto per molti anni il ruolo di Governatrice. Alla cerimonia erano naturalmente presenti i volontari della Misericordia di Betlemme capeggiati dal correttore Iyad Tual e dal responsabile Elias Almarajda, il sindaco di Betlemme Anton Salman e l’amministratore apostolico del Patriarcato latino di Gerusalemme, mons. Pierbattista Pizzaballa. La Misericordia di Betlemme è nata nel 2013 e da allora offre attività di aiuto sanitario ed assistenziale alla popolazione palestinese, dal 2016 è aperto un ambulatorio oculistico per i bambini. Maria Pia Bartolucci si era innamorata del “Progetto Betlemme” che ha visto la nascita di una Misericordia in quel territorio e molte volte vi si è recata per portare aiuto e sollievo alla popolazione. Fu proprio lei ad organizzare il pellegrinaggio in Terra Santa che si è svolto nel mese di aprile dello scorso anno ed al quale, purtroppo non ha potuto partecipare. Maria Pia Bertolucci è scomparsa prematuramente lo scorso 20 febbraio a 58 anni, nella Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia ha ricoperto la carica di consigliere nazionale dal 2012 e fino alla sua scomparsa, dal 2012 al 2017 aveva anche avuto il ruolo di tesoriere, nel 2015 è stata fra i principali promotori del Consorzio Opere di Misericordia.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *