Ecco la Festa di S. Giacomo della Marca. Iozzi: “Lui ha gettato le basi dei moderni Network”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

La presentazione della Festa di S. Giacomo

MONTEPRANDONE – “Missionario, giurista e, soprattutto, predicatore itinerante. Nel corso della sua vita e dei suoi grandi viaggi, San Giacomo della Marca ha toccato numerose città, non solo nella nostra provincia, ma in varie parti d’Italia e d’Europa. Così, in un certo senso, la sua missione ha gettato le basi etiche e civili del moderno net-work. Grazie a San Giacomo ed alle conoscenze da lui acquisite, tante realtà anche molto diverse e lontane da loro sono state messe in Rete, in una connessione di oltre 600 anni fa. Ecco la grande eredità che ci ha lasciato il nostro patrono e che noi dobbiamo continuare a mantener viva”.  Così Roberta Iozzi, presidente del Consiglio comunale, dà il senso delle celebrazioni che Monteprandone si prepara ad attuare per onorare il suo Santo Patrono.

Il ricco cartellone degli eventi è stato presentato nella mattinata di venerdì 8 novembre, presso la sala consiliare. Questo è la prima festa patronale coordinata dalla nuova amministrazione comunale guidata da Sergio Loggi e proprio il sindaco ha voluto esprimere un forte ringraziamenti a tutti i soggetti (associazioni culturali, enti economici, privati cittadini, frati e sacerdoti) impegnati a vario titolo nella realizzazione dell’evento. “Abbiamo trovato disponibilità da parte di tutti e a tutti va il mio grazie” ha detto Loggi.

Sul fronte dei riti religiosi, da segnalare in particolare la processione con il busto del Santo, prevista per domenica 24 novembre. Partenza alle ore 10.30 dalla parrocchia di S. Nicolò: centro storico. Un’ora più tardi, è in programma la Santa Messa presso la chiesa di Santa Maria delle Grazie. La giornata clou è quella di giovedì 28. Alle ore 11.30, Santa Messa Solenne sempre presso la chiesa di Santa Maria delle Grazie. Animato dalla Corale polifonica San Giacomo della Marca, il rito vedrà l’offerta dell’olio per la lampada all’altare del Santo da parte del sindaco.

Insieme a Loggi e Iozzi, alla presentazione hanno partecipato: Maria Rita Morganti consigliere della Provincia di Ascoli, Stefano Caponi presidente della Proloco Monteprandone, Massimo Croci Associazione 17 festival, Giulio Lucidi dirigente US Acli, Roberta Iozzi presidente del Consiglio comunale, Marco Romandini consigliere comunale con delega al turismo, Antonio Camilli presidente associazione Castrum Prandonis, Nazareno Luciani artista, Nerio Fares presidente dell’associazione San Giacomo della Marca e Santa Maria delle Grazie, Claudio Censori vicepresidente della Banca del Piceno. Tra gli interventi, spiccava Padre Silvio Capriotti (guardiano del Santuario) che ha espresso soddisfazione, soprattutto per la chiarezza espositiva con cui, quest’anno, è stato organizzato il cartellone degli eventi, visibile integralmente cliccando qui

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *