San Benedetto, un convegno per approfondire le potenzialità degli “open data”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo un partecipato incontro avvenuto nel marzo 2017 in occasione della giornata mondiale dedicata al tema, ancora una volta a San Benedetto del Tronto si torna a parlare di “Open Data”, ovvero della gestione dei dati della pubblica amministrazione liberamente accessibili a tutti come strumento fondamentale per favorire la trasparenza e la partecipazione diretta al processo decisionale attraverso il ricorso alle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Mercoledì 6 novembre, dalle 9, nell’auditorium comunale “Tebaldini”, si farà il punto sui lavori del progetto “Social & Geo Open Data” finanziato dalla Regione Marche nell’ambito del POR FESR 2014 – 2020.

Il progetto vede il Comune di San Benedetto del Tronto capofila di un partenariato di 64 comuni del Piceno e del Fermano che, congiuntamente ad altre aggregazioni marchigiane, contribuiranno ad alimentare il patrimonio dei “dati aperti” della nostra Regione. Durante il workshop si cercherà di spiegare cosa si può fare, una volta costruita questa grande banca dati: verranno mostrati esempi reali e saranno illustrate le grandi opportunità che si aprono e come coglierle. Si parlerà anche delle sfide che attendono coloro che gestiscono “open data”, non ultima la difficile coesistenza tra privacy e apertura dei dati.

Tra i relatori ci sarà l’attivista digitale Lorenzo Perone dell’associazione onData, già ospite della città nel convegno del 2017 (che parlerà del progetto “AlboPop 2.0” per la consultazione degli Albi Pretori), Serenella Carota, dirigente di Informatica e Crescita Digitale della Regione Marche (che parlerà dell’importanza strategica che gli Open Data rivestono nelle politiche di sviluppo regionali) e altri esperti, tutti pronti a fornire un quadro completo sulla tematica rivolto ad aziende, amministrazioni pubbliche e cittadini.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *