Colonnella verso il Giro d’Italia 2020

Condividi questo articolo sui social o stampalo

COLONNELLA – Enrico Giancarli, collega di Rete 8 e di Sky competente di ciclismo, ha pubblicato sul sito dell’emittente teatina una notizia che se confermata (si saprà il 24 ottobre) porterebbe alla ribalta sportiva e televisiva la nostra Diocesi, specie il suo versante meridionale, quello abruzzese.

La salita di Colonnella, secondo il Giancarli, sarebbe inserita nel percorso della tappa abruzzese della Corsa Rosa 2020. Una frazione che partirebbe da San Salvo, attraverserebbe la Costa dei Trabocchi e arriverebbe a Tortoreto Lido attraverso un circuito con salite brevi e impegnative, chiamate nel gergo ciclistico “muri”.

Il percorso coinvolgerebbe anche il territorio di Martinsicuro. Previsti anche i passaggi a Controguerra e a Tortoreto Alto al termine di due salite con pendenze massime che superano il 20% e che non solo ispirerebbero gli amanti della Liegi e delle classiche delle Ardenne, ma anche qualche pretendente alla vittoria finale di un Giro che si preannuncia ricco di salite ma con più cronometro rispetto al Tour de France presentato nella giornata di ieri.

Tortoreto potrebbe accogliere il Giro per il secondo anno consecutivo e a 25 anni esatti dall’ultimo arrivo del Giro d’Italia. Era il 1995 quando Filippo Casagrande vinse al termine di una lunga fuga la tappa che partì da Porto Recanati.

La salita di San Giovanni, posta sul versante di Nord Est è quella più dura e più bella per raggiungere Colonnella, oltre ad essere la via più breve per raggiungere il centro abruzzese da San Benedetto. Partendo dalla strada provinciale Bonifica, è lunga 2,5 km con una pendenza media del 14 per cento. Una salita che fa venire la pelle d’oca anche sotto l’aspetto paesaggistico con una magnifica vista frontale sulla Valle del Tronto e i Monti Sibillini, senza dimenticare lo sfondo di Porto d’Ascoli e della Sentina che avrebbero i corridori durante l’ascesa.

La lingua di asfalto pendente che si nota in maniera inconfondibile in sopraelevata tra l’uscita della Sentina e il bivio dell’Ascoli-Mare andando verso l’Abruzzo, potrebbe portare Colonnella e la Diocesi, vista la vicinanza al traguardo di Tortoreto, ad una vetrina mondiale grazie alla diretta televisiva e allo streaming web. Colonnella probabile protagonista in una fase di tappa in cui i più forti ciclisti del mondo sarebbero sicuramente in prima linea.

Al momento utilizziamo il condizionale, aspettando il verdetto definitivo con la presentazione il 24 ottobre a Milano del percorso dell’atto numero 103 del Giro d’Italia. Oltre a questa tappa, l’Etna, lo Stelvio, il Finestre e tante altre salite potrebbero far tornare in voga il motto che contraddistingue da sempre l’evento: “la corsa più dura del Mondo nel Paese più bello del Mondo”.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *