Vita consacrata: Centro studi Usmi, al via il 19 ottobre a Roma i “Sabati culturali”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

“Una proposta culturale e formativa per l’oggi della storia”: così l’Usmi (Unione superiore maggiori d’Italia) nazionale presenta i “Sabati culturali”, che prendono il via il 19 ottobre con un primo appuntamento sul tema “Io sono una missione su questa terra”. Interverranno madre Simona Brambilla, superiora generale delle Suore Missionarie della Consolata, e padre Alex Zanotelli, missionario comboniano.
Il secondo incontro sarà il 16 novembre sul tema “Il grido della terra e il grido dei poveri”, con la partecipazione del card. José Tolentino Calaça de Mendonça, poeta e teologo e archivista e bibliotecario di Santa Romana Chiesa, e Cecilia Dall’Oglio, responsabile del Movimento cattolico mondiale per il clima.
L’ultimo “Sabato culturale” sarà il 18 gennaio 2020: del tema “L’ecumenismo esigenza essenziale della fede” parleranno Sabino Chialà, monaco di Bose, teologo, biblista, esperto di ebraico e siriaco, e Maria Cecilia Wienken, focolarina corresponsabile del Centro “Uno” per l’ecumenismo.
A promuovere l’iniziativa è il Centro studi dell’Usmi, che, attingendo alla ricca produzione della Rivista Consacrazione e Servizio, “offre una proposta culturale che cerca di andare alle ‘frontiere’ dove si generano le sfide della storia presente, per ripensare la relazione tra vita religiosa e intelligenza cristiana nel mondo di oggi, sulle linee del Magistero di Papa Francesco”. I “Sabati culturali” si tengono presso l’Usmi nazionale in via Zanardelli 32, a Roma, alle ore 15.30.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *