- L'Ancora Online - http://www.ancoraonline.it -

VIDEO Vescovo Bresciani: siamo “Mandati nel mondo a portare il suo Vangelo a tutti”

DIOCESI – Ieri, lunedì 30 settembre, presso il salone San Giovanni Paolo II della parrocchia Sacro Cuore di Monteprandone si è tenuta la presentazione della lettera pastorale “Con Cristo in missione nel mondo” a firma del Vescovo della diocesi di San Benedetto del Tronto – Ripatransone – Montalto, Mons. Carlo Bresciani.

Nell’introduzione della lettera il Vescovo afferma: “Carissimi fratelli e sorelle dell’unica fede in Cristo Gesù nostro Signore, lo scorso anno pastorale ci siamo impegnai a costruire ponti relazionali tra di noi e tra le diverse realtà verso una sempre maggiore unità tra noi e nella Chiesa. Quest’anno siamo chiamati a fare un passo ulteriore: continueremo a lavorare sui ponti consolidandone le dinamiche non solo personali, ma anche diocesane.
Sappiamo che i ponti servono per comunicare per unire, per non lasciar divisi o lontani. I ponti avvicinano e sviluppano scambi. Attraverso i ponti Gesù ci manda a portare la sua carità nel mondo. Questa è la missione del cristiano, quella che Gesù ha affidato agli apostoli; è la stessa che affida a ciascuno di noi.
Recuperare il senso della missione del cristiano nel mondo è un passo fondamentale per comprendere il cammino della nostra Chiesa diocesana verso le Unità Pastorali che sono ponti tra le varie parrocchie. La missione che Gesù ci ha affidato ha bisogno di forte spirito di collaborazione all’interno della Chiesa, quella che lo Spirito Santo con la sua forza unitrice infonde nella Chiesa. Le Unità Pastorali non hanno in primo luogo una finalità organizzativa, bensì evangelizzatrice del territorio”.

In conclusione il Vescovo scrive: “Bisogna tornare sempre al comando di Gesù ‘Come il Padre ha mandato me, anch’io mando voi‘ (GV 20,21). Da qui dobbiamo partire ed è a questo comando che, come Chiesa, siamo chiamati a rispondere, accettando di essere mandati nel mondo a portare il suo Vangelo a tutti: a coloro che l’hanno già accolto, a coloro che, dopo averlo accolto, se ne sono allontanati, e a coloro che o non l’hanno accolto o non l’hanno mai conosciuto.”

A breve pubblicheremo la cronaca della serata.