San Benedetto, partiti questa mattina i 160 pellegrini verso Lourdes

Condividi questo articolo sui social o stampalo

DIOCESI – Sono circa 160 i  pellegrini della sottosezione dell’Unitalsi della diocesi di San Benedetto del Tronto – Ripatransone – Montalto che questa mattina, verso le ore 5.00, sono partiti dalla stazione di San Benedetto del Tronto per vivere il pellegrinaggio nazionale a Lourdes.
Con loro don Vincenzo Catani, don Federico Pompei, don Mariano D’ercole, don Alfredo Rosati, don Luciano Paci e padre Gabriele Lupi.
Il pellegrinaggio si concluderà il 28 settembre. Saranno la preghiera e la gioia ad accompagnare i pellegrini, ricordando il tema pastorale del 2019 del santuario di Lourdes: “Beati i poveri. Non Vi prometto di rendervi felice in questo mondo, ma nell’altro”.
La figura di Bernadette guiderà i pellegrini a partire dall’ingresso Saint Michel, attraverso le sue parole esposte in un totem voluto dal rettore del santuario.
A guidare l’intero pellegrinaggio nazionale sarà l’assistente ecclesiastico nazionale mons. Luigi Bressan assieme al presidente nazionale Antonio Diella e sarà presieduto dal card Ernest Simoni dell’arcidiocesi di Shkodrë-Pult (Scutari – Albania). “Sarà un onore e una grande emozione per me ritornare a Lourdes, provo a dare una mano agli amici dell’Unitalsi – dichiara Flavio Insinna -, loro non smettono mai di aiutare chi ha veramente bisogno, trasmettono fiducia nell’altro e lo fanno sempre regalando un sorriso. Ci proverò anche io”.

Sarà proprio il tema delle Beatitudini ad aprire il pellegrinaggio nazionale e, per sottolinearne la rilevanza, i sacerdoti accompagneranno i pellegrini lungo un percorso che si snoderà attraverso l’Esplanade, per concludersi all’altare di Santa Bernadette, al fianco della basilica del Rosario. Successivamente, oltre alla consueta Via Crucis al Monte Calvario per i pellegrini, si aggiungerà la Via Crucis che si celebrerà sull’esplanade del santuario. Altri momenti significativi saranno la celebrazione penitenziale e l’atto di affidamento dell’associazione e dell’Italia intera alla Vergine Maria. Vi sarà, inoltre, una esperienza assolutamente nuova: “La notte della Bianca”, dedicata ai giovani, che avrà inizio alle ore 23.30 dal Cachot; un percorso in cui si seguiranno i passi di Santa Bernadette al tempo in cui si recava alla Grotta durante il periodo delle apparizioni, per giungere proprio alla Grotta dove si terrà un momento di riflessione e preghiera personale arricchito dalle parole della Santa. In programma anche un momento di festa con l’evento “Insieme nella Gioia”, organizzato nella chiesa Santa Bernadette cui parteciperanno, tra gli altri, Flavio Insinna e Pietro Mazzocchetti.

Davide, giovane membro dell’unitalsi diocesana, prima di salire sul treno ha affermato: “Ormai per me sono anni che vivo questo pellegrinaggio Nazionale Unitalsi a Lourdes perché mi riempie il cuore di Pace e Felicità, nell’accompagnare i fratelli e le sorelle in difficoltà dalla Mamma Celeste. Come sempre l’invito della Vergine è quello della Preghiera, della Conversione e della Carità.
Vorrei cogliere l’occasione per dire il mio grazie speciale, fin d’ora, alle Damine, ai Barellieri e ai Medici che prestano il loro servizio per i più deboli permettendo la realizzazione di questo pellegrinaggio.
Un pensiero anche ai nostri Padri Spirituali, i sacerdoti, guide indispensabili per il loro servizio come cappellani nel treno bianco. Infine grazie alla nostra presidente Mariemma Bertoni, audace sostenitrice di questi pellegrinaggi e della sensibilizzazione nell’aiutare il prossimo e vedere nel malato il volto del Cristo Sofferente.
La famiglia dell’Unitalsi è fondamentale per la mia crescita umana e spirituale e di questo rendo lode al Signore che compie e rinnova prodigi nella mia vita da peccatore.”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *