FOTO Colonnella, grande festa per il nuovo parroco Don Dino Straccia

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Di Carletta Di Blasio, fotoservizio di Ivano di Benedetto. Quattro foto sono di Peppino Di Quirico (specificato sotto all’immagine)

COLONNELLA – Nonostante i disagi causati dal maltempo, molti fedeli si sono riuniti a Colonnella per dare il benvenuto al nuovo parroco delle due comunità parrocchiali, don Dino Straccia, e fare festa insieme a lui ed al Vescovo Carlo Bresciani.
Alle ore 20:30 don Dino è arrivato nel piazzale della Chiesa di “San Giovanni Evangelista”, accolto non solo dai nuovi parrocchiani Colonnellesi, ma anche da molti parrocchiani delle comunità di Comunanza e Montemonaco da cui previene.
Subito il caloroso saluto del Sindaco, Leandro Pollastrelli, che ha dato il benvenuto a don Dino, sottolineando come l’amministrazione comunale offra disponibilità e collaborazione al nuovo parroco, così come è stato con don Ulderico Ceroni, amministratore parrocchiale uscente, con il quale sono stati realizzati numerosi progetti.
A seguire, ha preso la parola Teresa Partemi in rappresentanza del Consiglio Pastorale e della comunità tutta.
“Nel darle il benvenuto, esprimo a nome di tutti la gioia di averla come parroco, assicurandole sin d’ora tutto l’aiuto e la disponibilità di cui avrà bisogno perchè questa Chiesa continui a rimanere aperta per tutti i parrocchiani. Come già sperimentato dal suo predecessore, abbiamo dato prova di come le due comunità parrocchiali, unite, possano lavorare insieme per crescere nella collaborazione e stima reciproca, come San Paolo suggerisce: “Amatevi gli uni gli altri con affetto fraterno, gareggiando nello stimarvi a vicenda.” Le offriamo tanta buona volontà, collaborazione e disponibilità a percorrere insieme il cammino che lei vorrà indicarci. Per questo le rinnoviamo il benvenuto nella sua nuova casa, nuova famiglia e nuova terra”.

Subito dopo tutti i fedeli, le autorità civili e quelle religiose, si sono recati in paese per partecipare alle ore 21:00 alla Messa presieduta dal Vescovo Carlo Bresciani  presso la Chiesa di “San Cipriano”. L’aria fredda di questo primo assaggio di autunno è stata subito riscaldata dal calore delle molte famiglie presenti: infatti, ad accogliere don Dino ed il Vescovo, lungo la bellissima e scenografica scalinata, c’erano molti bambini che hanno ricevuto la Prima Comunione lo scorso Maggio e che hanno sventolato tanti pallonicini bianchi in segno di ringraziamento al Signore per aver donato alle due comunità parrocchiali colonnellesi la presenza di don Ulderico e quella di don Dino. Presenti anche alcuni ragazzi che hanno ricevuto il Sacramento della Cresima nel mese di Giugno ed altri che dovranno riceverlo il prossimo anno.

Ad assistere alla funzione, oltre al Sindaco di Colonnella, Leandro Pollastrelli, era presente anche il Sindaco di Comunanza, Alvaro Cesaroni.

Subito dopo il saluto iniziale e la lettura della lettera di nomina del nuovo parroco, ha preso la parola Gabriella Guercioni, Segretario del Consiglio Pastorale, in rappresentanza dei collaboratori pastorali e dell’intera comunità cristiana che rappresenta. Queste le sue parole: “Carissimo don Dino, questa comunità la accoglie con gioia ed umiltà, come fratello nella fede, certi che troveremo in lei non solo un pastore, ma anche e soprattutto un amico. Come nostro nuovo parroco, le rivolgiamo una preghiera particolare per i nostri giovani: in questi tempi in cui la società cambia molto velocemente ed in cui le occasioni di piacere sono molte, ma poche riescono a procurare la vera gioia, confidiamo nella sua devozione a Cristo, affinchè attraverso la riscoperta della Parola di Dio i giovani riescano a farsi inondare dall’aria pura dello Spirito Santo”.

Durante la solenne Messa, concelebrata da molti sacerdoti e diaconi della nostra diocesi, particolare rilievo ed intensità hanno assunto le parole pronunciate dal Vescovo Carlo Bresciani durante l’omelia: “I vostri saluti e la vostra accoglienza mi manifestano la vostra volontà di camminare insieme, insieme tra le due parrocchie ed insieme all’interno di ogni parrocchia, per essere la comunità del Signore.
Il nuovo parroco viene a voi nel nome del Signore e con quello spirito che San Paolo ben descrive nella sua prima lettera a Timoteo: “Sii di esempio ai fedeli nel parlare, nel comportamento, nella carità, nella fede, nella purezza”. Se ci fate caso, ogni sacerdote va ad abitare proprio in mezzo alla  gente che gli è stata affidata, per vivere insieme la fede: infatti non siamo stati chiamati a vivere la nostra fede in modo nascosto, per conto proprio, bensì insieme.
Un pensiero particolare, sollecitato dalle parole che mi avete espresso, lo rivolgo ai giovani ed ai loro genitori. Papa Francesco ha recentemente ricordato un proverbio africano che  dice che “per educare un figlio ci vuole un villaggio” ed è vero: non basta che il parroco porti la parola di Dio, c’è bisogno che la viviate insieme, tra voi e con il parroco, collaborando con gioia e pazienza. I giovani hanno bisogno di vedere questo: una comunità che vive nella fede. Dunque il compito del parroco è quello di stimolare, esortare e condividere; il compito della comunità parrocchiale è quello di aiutare il sacerdote a costruire, ascoltandolo e collaborando con lui. Solo cammindando insieme, si costruire una comunità gioiosa e feconda.

Dunque, vi raccomando due cose. A te, don Dino, affido questa comunità con il compito di farla crescere nella fede, mettendo al centro di ogni cosa Gesù e  facendo riscoprire a tutti i fedeli sia la capacità di misericordia anche tra i membri di una comunità sia il bisogno di essere perdonati. A voi, cari Colonnellesi, chiedo prima di tutto di vivere davvero ed in profondità la misericordia, così da scoprire che, mentre chiediamo perdono al Signore, impariamo a perdonarci tra noi. Inoltre vi chiedo di pregare per le vocazioni, per i sacerdoti, non solo i vostri, ma in generale, affinchè siano sempre più numerosi”.

Terminata la Messa, anche don Dino ha finalmente preso la parola per ringraziare tutti: “Vedo tante facce conosciute di Montemonaco e Comunanza, ma anche di Martinsicuro. Grazie per aver partecipato con me a questa gioia, gioia non perchè abbia lasciato le comunità montane – non vorrei essere frainteso – ma perchè ancora una volta il Signore rinnova la sua fiducia a me che sono  un peccatore, a me che sono veramente una persona indegna di portare avanti questo ministero incredibilmente bello, profondo ed unico. Tre anni a Montemonaco che è un gioiello incastonato in mezzo ai Sibillini, tre anni che mi hanno aiutato a crescere; poi otto anni a Comunanza, una città con il culto del lavoro, una comunità in cui veramente si fanno i fatti e non le parole. Dico solo grazie. Non sono un grande predicatore come il mio predecessore, don Ulderico Ceroni, però a tutti voi di Colonnella dico che farò il possibile per essere degno di questo ministero e vi darò tutto quello che posso dare: il mio cuore. Grazie a tutti!”.

Tante anche le parole di ringraziamento a don Ulderico, sia durante la Messa sia successivamente durante il piccolo buffet organizzato nell’oratorio. Molti i fedeli delle comunità di Colonnella che lo accompagneranno domenica prossima, 22 Settembre, alle ore 18.30 presso la nuova Parrocchia di San Pio X di San Benedetto del Tronto.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *