A Cossignano “Partenze e arrivi” di Giancarlo Orrù

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

COSSIGNANO – A Cossignano nella Sala comunale Croce Azzurra, domenica 18 agosto alle ore 19.30, è stata inaugurata la personale di pittura “Partenze e arrivi” di Giancarlo Orrù.

Si tratta di una selezione di opere che rappresentano lo stile personale del noto artista.

Giancarlo Orrù nasce a Lunamatrona (CA) nel 1948 e da bambino si trasferisce a Torino con la famiglia. Poco più che diciottenne conosce Livio Pezzato che gli organizza la sua prima personale alla “Lanterna”, concretizzando così il vivo e precoce interesse per l’arte. Ha solo venti anni quando insieme a Bagliano e Stiffi dal 1968 al 1973 organizza mostre itineranti, mostre incontro, all’aperto e in sale comunali per tutta Europa. Con i suoi compagni è presente in Francia, in Svizzera, in Germania, in Olanda. A Basilea conosce Flachman, gallerista e mercante, che gli organizza una mostra al “Boccalino” di Berna. Nel 1975 tornato in Italia, apre a Milano lo studio in via Padova che diventa il cenacolo di artisti che con lui firmano il manifesto del gruppo “L’impegno”. Nel 1977 si stabilisce a Ripatransone e nell’Ottanta nasce A.C. Asxesis divenuta successivamente ProArte di cui è presidente. Organizza con successo numerose mostre personali e collettive in tutta Italia. Ha illustrato i libri di Temistocle Pasqualini: “Frizzi Lazzi e Sollazzi” e “Il Marcuzzo”, di Luis Ferdinand Celine “Tracce di viaggio al termine della notte”, di Maria Letizia del Zompo “Come la luna” e di Enrica Loggi “Vasto è il mare”.

A Cossignano la mostra resterà aperta al pubblico fino al 31 Agosto, dal martedì alla domenica, dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle ore 17.00 alle 19.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *