Cile: religiosi chiedono di dichiarare l’emergenza climatica nel Paese

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

La Conferenza delle religiose e dei religiosi del Cile (Conferre) ha diffuso ieri una dichiarazione nella quale chiede che venga dichiarata in Cile l’emergenza climatica. Nel testo, firmato dal presidente della Conferre, padre Héctor Campos, si fa riferimento all’enciclica Laudato Si’ e al suo urgente appello ad “agire con urgenza di fronte all’inappellabile necessità di rispondere all’attuale crisi socio-ambientale che viviamo e della quale siamo parte”. Un invito sentito con particolare forza da “noi che viviamo i consigli evangelici e crediamo nella missione universale di portare la Buona novella a tutte le nazioni”, e chiamati “a cooperare come strumenti di Dio per custodire la creazione in tutte le forme possibili”.
La crisi climatica, secondo la Conferre, “richiede dalle consacrate e dai consacrati un impegno reale e concreto verso la nostra sorella madre terra e proprio ora un’azione specifica riguardo al nostro stile di vita”. Da qui la richiesta, che fa seguito a quella, di simile tenore, già presentata dalla Caritas cilena e da altre organizzazioni della società civile, a causa della particolare vulnerabilità dell’ambiente cileno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *