GMG Cracovia – Martinsicuro tre anni dopo

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Da parte dei giovani di Villa Rosa

MARTINSICURO – Cosi, dopo ben 3 anni esatti, i 9 ragazzi della parrocchia di San Gabriele dell’Addolorata di Villa Rosa che nell’estate del 2016 avevano partecipato alla GMG a Cracovia, hanno voluto ricambiare l’accoglienza ricevuta in Polonia e dare concretezza al messaggio di fratellanza di Papa Francesco.
In occasione della pausa estiva, la settimana scorsa, i ragazzi hanno invitato in Italia due famiglie del paese di Wola Radziszowska che nella settimana della GMG avevano ospitato nelle proprie case i ragazzi della diocesi di San Benedetto del Tronto. Da questa esperienza profonda e piena di fiducia, fede e condivisione, infatti per molti giovani della nostra diocesi, sono nate amicizie con gli abitanti di Wola che ancora oggi testimoniano quanto sia potente l’amore che nasce incondizionatamente verso i fratelli in Cristo nel mondo. Grati dell’infinita accoglienza ricevuta nel 2016, i giovani di Villa Rosa hanno ricambiato questo gesto ospitatando gli amici della Polonia che prima di raggiungere la costa Adriatica hanno trascorso due giorni nella capitale per visitare Città del Vaticano. Una volta arrivati a villa rosa è stato possibile comunicare con l’inglese e i ragazzi hanno trascorso insieme ai polacchi gran parte della settimana! Hanno mostrato agli ospiti-fratelli il desiderato mare e tante delle meraviglie che caratterizzano il nostro territorio!
Non è mancato il momento culinario a base di cucina tipica italiana e abruzzese che tanto ha conquistato il loro palato! Per omaggiare ancor più l’importanza di questo incontro, i ragazzi hanno organizzato una festa in giardino invitando anche Mons. Federico Pompei e Don Gianni Capriotti (presenti alla partenza dei ragazzi per la GMG in Polonia) che hanno rivissuto insieme ai commensali il bello dell’esperienza a Cracovia anche in seguito alla visione del video realizzato dai ragazzi italiani. Ai momenti conviviali e di gioco, non sono mancati quelli dedicati alla preghiera che, più di qualsiasi altra cosa, è stata fautrice dell’incontro e della nascita di questa meravigliosa amicizia!
Con questa esperienza i ragazzi hanno quindi dato testimonianza che costruire ponti rinunciando all’odio e ai pregiudizi, è un gesto ancora possibile! Questo ponte tra Polonia e Italia, fatto non di acciaio e cemento ma di fratellanza e unica fede, dà la possibilità di sentirsi famiglia e casa in ogni angolo del mondo! Tra una lacrima di commozione e un sorriso pieno di gioia per il bene ricevuto, gli amici polacchi hanno salutato le famiglie villarosane con questo messaggio: “Man is great not by what he has, but by who he is, and not by what he has, but by what he shares with others.”- Jovanni Paulo II. These sentence, in these days, it is very actual for me. You gave us everything : your time, conversation, smile, kindness, made delicious food, engaged all family and friends to make this time happy. All of you are very friendly, and respect other people. This is a power of your village Villa Rosa and of all christianity. We can only say: thank you for being like you are. We miss you” (“L’uomo è grande non per quello che ha, ma per quello che è, e non per quello che possiede ma per quello che condivide con gli altri” Giovanni Paolo II. Ci avete donato tutto: il vostro tempo, dialogo, sorriso, gentilezza, preparato del cibo delizioso, l’incontro con tutta la famiglia e gli amici per rendere questo tempo divertente. Tutti voi siete molto amichevoli e rispettosi delle altre persone. Questo è il potere del vostro paese Villa Rosa e della vostra cristianità. Noi possiamo dirvi solo:grazie per essere quello che siete. Ci mancherete).

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *