FOTO Castignano, un successo il primo corso di iconografia

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Di Giulia Dami

CASTIGNANO – Nella cornice del comune di Castignano (AP), paese posto alle pendiici del Monte dell’Ascensione su di un alto crinale, si è tenuto dal 22 al 26 Luglio, Il primo corso di iconografia. Questa originale iniziativa è nata spontaneamente grazie all’incontro fra Monsignor Don Vincenzo Catani e l’esperta di Iconografia, Agnieszka Rozycka, di origine polacca residente da qualche anno nel Piceno. E’ da sottolineare che questo paese vanta il Polo Museale di Arte Sacra e Icone più importante delle Marche, poiché espone 120 icone originali Russe, Ortodosse, dell’ Ucraina, della Romania, dell’ Ungheria, un materiale di enorme ricchezza collezionato da Don Vincenzo Catani e donato a Castignano, suo paese di origine.

Questa rara collezione mostra svariate opere, come icone con cornici di legno intagliate e dorate; si possono inoltre ammirare le icone rivestite dalle “rize”, rivestimenti metallici che lasciano scoperte parti essenziali dell’icona e completate con tecniche orafe e icone “menologiche”, cioè veri e propri calendari divisi per mese, raffiguranti i Santi di ogni giorno dell’anno.. Il corso è stato tenuto dall’insegnante polacca, Aleksandra Michalska diplomata all’Accademia di Sofia (Bulgaria) in storia e restauro icone con studi post laurea in storia e arte polacca con dottorato in iconografia. Il limite di 12 persone, ha permesso ad Aleksandra di seguire personalmente i corsisti che hanno approcciato intellettualmente e praticamente a questo mondo. Mentre teoricamente i partecipanti ne hanno appreso il significato, il simbolismo contenuto, l’importanza del mistero della presenza che l’Icona dona agli occhi di chi la contempla, praticamente ognuno di loro ha realizzato il proprio lavoro che si è portato a casa.

Un’esperienza unica in un contesto eccezionale per cui si ringrazia, oltre che Agnieszka, Aleksandra, Don Vincenzo, anche ’Amministrazione Comunale, il Sindaco Fabio Polini e la Diocesi di San Benedetto del Tronto- Rpatransone- Montalto.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *