La giornalista RAI Alessandra Ferraro premiata da Confindustria Val D’Aosta

Condividi questo articolo sui social o stampalo

AOSTA – La caserma Cesare Battisti di Aosta è sede del Centro addestramento Alpino, un luogo importante per un’intera regione geografica italiana.

Il 18 luglio scorso si è svolta la rassegna, “Eccellenze al lavoro 2019”, giunta alla settima edizione e organizzata dalla sezione valdostana di Confindustria. Un premio che unisce le eccellenze che lavorano nelle aziende pubbliche e private della più piccola regione italiana incastonata nelle Alpi nord occidentali.

Tra i premiati, la Vicecaporedattrice di TGR Valle D’Aosta Alessandra Ferraro. Un personaggio protagonista anche nell’organizzazione e nella moderazione degli eventi del Meeting nazionale “Pellegrini nel Cyberspazio”.

Si riporta la motivazione: “La Dott.ssa Alessandra Ferraro si distingue per un impegno straordinario su più esperienze professionali di giornalismo nella nostra regione e per la collaborazione contestate e rubriche nazionali della Rai. Ha ricevuto numerosi premi nazionali di giornalismo. Ha fatto parte, nel marzo scorso, della delegazione vaticana inviata a Bangui, in Centrafrica, per aprire l’ospedale voluto da Papa Francesco, attraverso l’iniziativa delladr.ssa Mariella Enoc, Presidente dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. È stata una straordinaria esperienza, che ha raccontato in un servizio Rai andato in onda sia sul Tg2 per la rubrica “Tutto il bello che c’è”, sia su Rai 3, nella rubrica d’approfondimento Il Settimanale”. (da aostacronaca.it)

“Questo premio lo dedico a mio papà Gianni Ferraro che sempre mi sostiene ed incoraggia a comunicare con il cuore. Bangui è stato questo!”, questo è stato il commento della giornalista RAI sul suo profilo Facebook.

Alla vicecaporedattrice del TGR Valle d’Aosta e alla moderatrice delle ultime edizioni del Meeting nazionale “Pellegrini nel Cyberspazio”, i complimenti dalla Diocesi truentina e di tutta la redazione.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *