Un popolo fedele si è stretto attorno alla Madre

Condividi questo articolo sui social o stampalo

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Centinaia di fedeli hanno partecipato a quello che è uno dei momenti più intensi della Festa della Marina che si è tenuto nella serata di sabato 27 luglio presso la banchina Malfizia. Alle ore 21.00 il Popolo di Dio si è radunato per la recita del Santo Rosario presso quella che può essere considerata una delle chiese più belle del mondo: quella che ha come volta il cielo stellato e come parete di fondo il mare con le imbarcazioni sulle quali ogni giorno i marinai lavorano. È seguita la Santa Messa presieduta dal Vescovo Carlo Bresciani e concelebrata da numerosi sacerdoti della Città. La corale parrocchiale ha animato la celebrazione.

Durante l’omelia il Vescovo Carlo ha ricordato l’antica usanza di dipingere l’immagine della Madonna sulla prua delle navi come richiesta a Maria di indicare la strada di casa al fine di ricevere quel caldo abbraccio che sa dare solo una madre come lei.

Questa simbologia – ha proseguito il Vescovo – ci ricorda come Maria preceda e affronti le difficoltà, cercando di difendere e salvaguardar i propri figli. Questo gesto di dipingere la Vergine sulle prue delle barche è allo stesso tempo un atto preghiera e di fede. I marinai sapevano che con la sua materna protezione si poteva andare ovunque, anche per mari sconosciuti.

Vogliamo – ha continuato il prelato – ravvivare la fede degli antichi marinai che l’hanno voluta come patrona e come loro sentiamo Maria vicino a noi e per questo ci affidiamo alle sue cure, fiduciosi che ci proteggerà come protesse Gesù a Nazareth.

Il mare – ha concluso Mons. Bresciani – è fecondo come il grembo di una madre, ma dobbiamo custodirlo. Maria che è esperta di fecondità, tanto che ha potuto generare nel suo grembo il Figlio di Dio, ottenga dal Padre, non senza la nostra collaborazione, la fecondità del mare.

La celebrazione è terminata con la preghiera e il canto tradizionali alla Madonna della Marina e con l’appuntamento per la processione di rientro in Cattedrale che si terrà domenica 28 luglio alle 18.45, partendo proprio dalla banchina Malfizia.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *