Nicaragua: nel fine settimana attacco dei paramilitari alle cattedrali León e Managua

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nuove tensioni in Nicaragua, dove le forze speciali paramilitari fedeli al governo di Daniel Ortega hanno attaccato, tra sabato e domenica, prima la cattedrale di León e poi quella di Managua.
Sabato i gruppi paramilitari hanno assediato la cattedrale di León, lanciando pietre e bottiglie durante la celebrazione per il primo anniversario dell’uccisione, durante la repressione, del chierichetto Sandor Dolmus. Alcuni fedeli sono fatti oggetto di attacchi una volta usciti dalla chiesa, rassicurati che sarebbe stata garantita la loro incolumità, riportando diverse ferite. Altri, terrorizzati, sono rimasti all’interno della chiesa per ore. Il tutto nella latitanza della Polizia “regolare”. Il Consiglio interamericano per i diritti umani, nel segnalare l’attacco, ha espresso “una volta di più l’urgenza di garantire l’incolumità di chi manifesta”.

 Ieri, a Managua, si celebrava la messa di ringraziamento per la liberazione di alcuni detenuti politici, che hanno partecipato alla celebrazione. Al termine della celebrazione alcuni dei presenti hanno provato a promuovere una manifestazione, quando i paramilitari hanno lanciato bombe “stordenti” fin dentro la chiesa e hanno attaccato i manifestanti, due dei quali sono rimasti feriti.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *