L’appello della Caritas di San Benedetto del Tronto: “Abbiamo bisogno di un aiuto per la mensa e per le varie attività”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

DIOCESI – “Le ginestre fiorite, sul ciglio della strada che va verso le colline, ricordano la festa del Corpus Domini, con i fiori gialli sparsi lungo il percorso della processione. Celebriamo questa festa nel mese di giugno, dopo che la Chiesa ci ha fatto contemplare i misteri dell’Ascensione, della Pentecoste e della Santissima Trinità”. Con queste parole si apre la lettera della Caritas Diocesana.

La lettera prosegue: “E’ la storia, mai conclusa, di un Dio che non abbandona i suoi figli, ma desidera dimorare con loro, abitare nel loro corpo, accompagnarli lungo i sentieri del tempo. Quest’amore così grande del Padre ci interpella, ci invita a  rimanere con Gesù e ad accogliere il suo Spirito!

Ha detto Papa Francesco nell’omelia per il XXI convengo della Caritas Internationalis: “Bisogna stare vicini a Lui, Pane spezzato. Ci aiuta stare davanti al tabernacolo e davanti ai tanti tabernacoli viventi che sono i poveri. L’Eucaristia e i poveri, tabernacolo fisso e tabernacoli mobili: lì si rimane nell’amore e si assorbe la mentalità del Pane spezzato. Lì si capisce il «come» di cui parla Gesù: «Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi» (ibid.). E come il Padre ha amato Gesù? Dandogli tutto, non trattenendo nulla per sé”.

Arriva l’estate per qualcuno è tempo di maggior lavoro, penso alle attività stagionali, e  per altri invece è periodo di spensierata vacanza, ma per quest’ultimi, potrebbe essere anche un’occasione per fermarsi un po’ di più davanti al ‘tabernacolo fisso’ e servire con tenerezza quei ‘tabernacolo mobili’ che incrociamo sul nostro cammino.

La proposta si fa concreta: entriamo più spesso nelle nostre Chiesa per stare con Gesù Eucaristia e avviciniamo qualche fratello in difficoltà. E quando è possibile, costruiamo ponti fra le Caritas Parrocchiali e quella Diocesana: abbiamo bisogno di persone che attivano un ‘oratorio’ estivo con attività laboratoriali per quanti quotidianamente frequentano la caritas, che aiutano in cucina un giorno alla settimana al mattino dalle 9.30 alle 13.30, che servono alla mensa dalle 12.00 alle 14.00, che insegnano la lingua italiana ai nostri ospiti e a tenere pulita la casa ecc….

Potrebbero apparire come azioni che umiliano, ma in realtà esaltano la nostra umanità. Potrebbe far pensare a scelte che rattristano le nostre giornate invece le riempie di felicità. Potrebbe sembrare solo un bel sogno, eppure possiamo farlo diventare realtà!”

Per informazioni:
caritas@diocesisbt.it
telefono : 0735-588785

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *