Malacologia 43, tra squali e bottoni di madreperla

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

CUPRA MARITTIMA – Dopo la visita del Presidente della Giunta Regionale Marchigiana Ceriscioli, alle ore 18 si è svolta l’inaugurazione della tradizionale mostra internazionale di malacologia, giunta alla quarantatreesima edizione e punto di riferimento dell’estate cuprense e del museo gestito e fondato con grande entusiasmo da Tiziano e Vincenzo Cossignani.

L’edizione 2019 della mostra si basa su due esposizioni, entrambe ubicate al primo livello del museo: da una parte, una mondiale e storica esposizione di bottoni di madreperla, dall’altra le rare mascelle di squali.

Tanta gente all’inaugurazione, svoltasi come tradizione nella sala conferenze del museo. Moderatore, come tradizione, il padrone di casa Tiziano Cossignani, che con il consueto suono della conchiglia, ha dato inizio all’evento.

Il conferimento del premio internazionale “Una vita per la malacologia 2019” è andato al malacologo francese Alain Robin, un uomo di mondo, già capitano di navi ed esperto d’informatica. Robin è stato presente in sala ed ha assistito all’esibizione della giovane e bravissima violoncellista di San Severino Marche Lavinia Repupilli, che ha suonato due brani l’Elegie di Gabriel Urban Faurè, grande compositore ed organista francese della fine del XIX secolo ed inizi del XX secolo ed il secondo movimento di Antonio Lucio Vivaldi.

Fino al 30 giugno la mostra sarà aperta con l’orario 16.00 – 20.00, 16.00 – 22.00 nei mesi di luglio e agosto, dalle 15.30 alle 19.00 il martedì, giovedì, sabato e domenica nei mesi di aprile, maggio e settembre. Infine, i giovedì, i sabati e le domeniche da ottobre a marzo dalle 15 alle 18.30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *