San Benedetto, presentato la seconda parte del progetto “Be Sprint” di Cooss Marche Onlus

Condividi questo articolo sui social o stampalo

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ieri, 3 giugno, si è tenuta la conferenza stampa sullo stato di avanzamento delle azioni progettuali in atto sul territorio di San Benedetto del Tronto da parte della COOSS Marche Onlus con il progetto “BE SPRINT – “Sperimentazione di Pratiche INNOVATIVE per lo sviluppo di una COMUNITÀ’ EDUCANTE e di servizi INTEGRATI per il BENESSERE dei bambini, vincitore del finanziamento di € 420’000 per il Bando Prima Infanzia 0-6 anni messo in campo dal “Fondo per il Contrasto alla Povertà Educativa Minorile”, gestito dall’“Impresa sociale con i bambini”.

Presenti l’assessore alle “Politiche Sociali”, Emanuela Carboni, per il partneriato al progetto da parte del Comune di San Benedetto del Tronto con il Settore “Politiche Sociali”, la Responsabile Funzione Area Servizi Sede di San Benedetto del Tronto-Fermo,Tiziana Spina, la pedagogista dell’Ente dei Servizi educativi all’infanzia, Rita Tancredi e le coordinatrici dei servizi educativi 0-3 della COOSS Marche, Chiara Torquati ed Eloisa Pierantozzi.

L’assessore Emanuela Carboni, apre l’incontro ringraziando tutti gli intervenuti, in particolare i referenti della COOSS Marche per la ricchezza e l’importanza degli interventi attuati con il progetto “Be Sprint”, sia per quelli già svolti nella prima trance, sia per quelli in programma per la seconda parte fino a marzo 2019. “Sono veramente entusiasta-afferma l’assessore Carboni- dell’opportunità educative rivolte ai piccoli della nostra città e ai loro familiari con il progetto “Be Sprint”, soprattutto perché in linea con quanto già sta investendo ed attuando il mio assessorato, a favore delle famiglie con bambini piccoli, ovvero anche consistenti sgravi economici con le progettualità qualitativamente innovative alla frequenza dei servizi  educativi 0-3 comunali, nidi e sezioni primavera, basilari interventi questi, a mio avviso, punti di partenza per aiutare le famiglie”.

La pedagogista, Rita Tancredi, ci tiene ad aggiungere che ad oggi è stato registrato un pieno gradimento e quindi successo della serie mirata di interventi attuati al riguardo, per il fatto che gli stessi sono stati calibrati ai servizi educativi comunali, sono stati calati in rispondenza ai bisogni dei contesti, grazie al lavoro fra le parti;  si fa riferimento primo fra tutti, l’innovativa alla volontà di mettere in piedi un’èquipe multidisciplinare composta da neuropsicologa, Laura Angelini e psicomotricista, Mirella Treves in un’ottica preventiva a favore dell’individuazione precoce delle situazioni di generale svantaggio, in un’età così delicata, dei primi anni di vita. Tutto questo anche a beneficio di interventi a sostegno della genitorialità, che a pieno titolo alla radice, sconfiggerebbe ipotetiche situazioni di “povertà educativa”.

Prende la parola Tiziana Spina al riguardo: “COOSS Marche Onlus, insieme a 34 diversi partner regionali pubblici e privati, tra cui il Comune di San Benedetto del Tronto, ha dato il via – già dall’Ottobre 2018 – al Progetto; il progetto BE SPRINT, che a livello regionale coinvolge attualmente ben 36 servizi all’infanzia gestiti da COOSS e disseminati in tutta la Regione Marche, è nel nostro territorio nel pieno della sua fase esecutiva, possibile solo grazie alla partnership con il Comune di San Benedetto del Tronto ed in particolare con il Settore Politiche Sociali e dell’U.O. Servizi per l’Infanzia: grazie a questa collaborazione Cooss Marche può vantare di aver proposto fino ad ora e pianificato per l’immediato futuro una catena di azioni sperimentali importanti e mirate a dare adeguate risposte ai fabbisogni di inclusione ed innovazione nei servizi all’infanzia (0-6 anni).

Aggiungono le coordinatrici della COOSS Marche Onlus: “Il progetto infatti si inserisce nel pieno della grande rivoluzione, che si sta attuando nel mondo della prima infanzia ed in riferimento al D.Lgs n.65/2017 “Istituzione di un Sistema Integrato di Educazione e di Istruzione dalla nascita fino a sei anni” di cui alla Legge n.107/2015 della Riforma Scolastica che – concorrendo a far uscire i servizi educativi per l’infanzia dalla dimensione assistenziale per farli entrare a pieno titolo nella sfera educativa – garantisce continuità tra il segmento di età 0-3 e 3-6 e promuove altresì la riduzione in ambito educativo degli svantaggi culturali, sociali e relazionali nel pieno rispetto delle diversità delle persone.

Il progetto Be sprint, presenta oggi i suoi primi risultati: solo nel territorio di San Benedetto del Tronto dall’ottobre 2018 ad oggi ha raggiunto all’incirca più di 250 bambini e oltre 200 famiglie proponendo attività e proposte educative totalmente gratuite che hanno coinvolto le famiglie del territorio (anche quelle che non fruiscono direttamente dei servizi comunali per l’infanzia) nel pieno rispetto della missione del Progetto che si pone lo scopo di sostenere interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori sul territorio, incrementare il livello d’integrazione dei servizi territoriali e quindi rispondere ai bisogni delle famiglie più vulnerabili, aumentandone la qualità della vita, valorizzando la continuità delle esperienze 0- 6 e contribuendo infine alla costruzione di una più forte identità educativa sul territorio regionale”.

Le attività di maggior successo sono state quelle in cui i servizi infanzia comunali hanno aperto le porte alla frequenza adulto-bambino in occasione di alcune festività (carnevale, festa della mamma e del papà, Pasqua e festa dei nonni) e attraverso la proposta di coinvolgimento nella narrazione di storie per l’infanzia e attivazione di laboratori manipolativo-creativi con materiali di riciclo; ma anche gli incontri di osservazione partecipata (“Equipe Multidisciplinari”) nei due nidi e sezioni primavera comunali con una psicomotricista e una psicologa del linguaggio rivolti principalmente – ma non solo – ai bambini iscritti ai servizi 0-3 comunali che a settembre andranno a scuola dell’infanzia, al fine di dare un’opportunità di crescita ai bambini e nuovi strumenti di osservazione ed intervento alle educatrici; ed infine gli incontri aperti al pubblico tenutisi in Sala Consiliare del Comune di San Benedetto del Tronto con professioniste esperte nel campo della neuro-psicomotricità pronte a rispondere alle domande sullo sviluppo psicomotorio e psicologico del bambino della fascia d’età 0-3.

Quali sono gli interventi in avvio a giugno 2019 fino a marzo 2020

  • Azione “Una scuola 0-6 Continuiamo insieme con le Favole al Parco”: 12 appuntamenti gratuiti (6 a giugno e 6 a settembre) in tre parchi di San Benedetto (zona sud parco Annunziata del quartiere agraria; zona centro parco Carl Wojtyla e zona nord Parco di Via Ferri) aperti a tutte le famiglie e ai bambini della fascia 0-6 della nostra città che saranno coinvolti nella narrazione di letteratura per l’infanzia da parte delle educatrici Cooss Marche del Nido comunale “Il Giardino delle Meraviglie” di via Foglia. Tale intervento si avvale della proficua collaborazione tra Cooss Marche ed i responsabili dei parchi comunali e intendecreare le condizioni educative e operative in cui possa avvenire in maniera armonica e completa la cosiddetta continuità orizzontale (collaborazione e cooperazione tra famiglie, Istituzioni, agenzie formative e associazioni del territorio) condizione necessaria ed indispensabile affinché si realizzi la continuità verticale (ovvero il passaggio dal nido alla scuola dell’infanzia): un fase oltremodo delicata, sia sul piano affettivo sia su quello dei contenuti dell’apprendimento. Attraverso questa preposta, Be sprint intende assumere la responsabilità di curare i momenti di incontro tra bambini di età e di scuole differenti, consapevoli che la continuità sia un modo di intendere la scuola (e lo spazio intorno ad essa) come spazio e luogo coerente, nel quale ciascuno possa trovare l’ambiente e le condizioni più favorevoli per realizzare un percorso formativo completo e significativo sul piano dell’esperienza.
  • Nuovi servizi da ottobre 2019 per la valorizzazione del tempo delle famigliee per lo sviluppo armonico delle potenzialità̀ del bambino attraverso laboratori gratuiti di Inglese” rivolti ai bambini dello 0-6 col metodo “English is fun”
  • Sportelli territoriali di “Sostegno alla genitorialità”: nuovo ciclo di incontri a sostegno delle funzioni genitoriali con esperte “Equipe Multidisciplinari”.
GG DATA MESE ANNO DALLE ALLE  
LUN 10 GIUGNO 2019 17.00 19.00 PARCO CENTRO – Wojtyla
MAR 11 GIUGNO 2019 17.00 19.00 PARCO SUD –  Annunziata
MER 12 GIUGNO 2019 17.00 19.00 PARCO NORD – via Ferri
LUN 17 GIUGNO 2019 17.00 19.00 PARCO CENTRO – Wojtyla
MAR 18 GIUGNO 2019 17.00 19.00 PARCO SUD – Annunziata
MER 19 GIUGNO 2019 17.00 19.00 PARCO NORD – via Ferri
LUN 16 SETTEMBRE 2019 17.00 19.00 PARCO CENTRO – Wojtyla
MAR 17 SETTEMBRE 2019 17.00 19.00 PARCO SUD – Annunziata
MER 18 SETTEMBRE 2019 17.00 19.00 PARCO NORD – via Ferri
LUN 23 SETTEMBRE 2019 17.00 19.00 PARCO CENTRO – Wojtyla
MAR 24 SETTEMBRE 2019 17.00 19.00 PARCO SUD – Annunziata
MER 25 SETTEMBRE 2019 17.00 19.00 PARCO NORD – via Ferri

 

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *