Al Cinema Margherita il film “Solo cose belle” ispirato ai principi della “Comunità Papa Giovanni XXIII”

Condividi questo articolo sui social o stampalo


CUPRA MARITTIMA – Al Margherita di Cupra Marittima un film per parlare di amicizia amore e solidarietà: “Solo cose belle” di Kristian Gianfreda, regista alla sua prima opera
La pellicola, oltre a essere molto divertente, ha una storia molto attuale. In un momento storico in cui rabbia e diffidenza verso l’altro dominano la cronaca, arriva questa commedia corale italiana che racconta con delicatezza, humour e verità la vita in una casa famiglia e le reazioni che può scatenare il doversi confrontare all’improvviso con questa movimentata realtà.
Un imprimatur di veridicità, arricchito da un ottimo cast, che unisce attori professionisti (fra gli altri, Giorgio Borghetti, Carlo Maria Rossi, Erica Zambelli, Patrizia Bollini) ed esordienti, come i due giovani protagonisti, Idamaria Recati e Luigi Navarra, Francesco Yang, 14enne cinese solare e pieno di vita reso disabile da un’ipossia alla nascita, che vive realmente in una casa famiglia e il 40enne Marco Berta, che frequenta da anni un centro diurno dell’associazione.

Trama: Il film è la storia della sedicenne Benedetta, e del suo incontro con una bizzarra casa famiglia appena aperta nel suo paese dell’entroterra romagnolo. La Casa – rumorosa e stravagante – conta un papà e una mamma, un richiedente asilo appena sbarcato, una ex-prostituta con una figlia piccola, un giovanissimo ex carcerato, due ragazzi disabili e il figlio naturale della coppia. Benedetta è la figlia del sindaco, costretta ad adeguarsi a un ruolo sociale che non le piace affatto. È proprio lei che, attraverso la storia d’amore con Kevin, uno dei ragazzi della Casa – guida lo spettatore in un “mondo ai margini” in cui tutti sembrano “sbagliati” o “difettosi”, ma che in realtà sono solo semplicemente molto umani. L’amore, l’amicizia e i valori dell’accoglienza saranno più forti dei pregiudizi e della paura del diverso?

Il film sarà proiettato domenica 2 maggio alle ore 19:10 – in cui è previsto anche un incontro con alcune realtà del territorio che si ispirano ai principi del film e alla ‘Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII’ fondata da Don Oreste Benzi – e lunedì 3 maggio, alle 21,15. Il film è autoprodotto e l’ingresso alla proiezione è di 6,50 intero – 5 euro ridotto.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *