Acquaviva ha onorato santa Rita da Cascia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ACQUAVIVA PICENA – Domenica 26 maggio, ad Acquaviva Picena, è stata onorata la santa dei “casi impossibili”, santa Rita da Cascia.
Il maltempo non ha fermato la devozione verso santa Rita tanto che molte persone sono giunti ad Acquaviva per pregare ai piedi della statua esposta alla venerazione dei fedeli. Al termine delle Messe celebrate al convento dei frati agostiniani, sono state benedette le rose e invocato la benedizione della santa.
Nell’omelia il vice parroco padre Emil ha detto: “Quando Gesù saluta i discepoli ricorda loro che Lui non li avrebbe mai lasciati, ma sarebbe stato presente in un altro modo, con lo Spirito Santo.
La pace di Dio è più grande di quella che intende il mondo, la pace di Gesù è l’Amore, è lo scambio reciproco. Santa Rita lo aveva compreso bene lei è stata una donna di pace, una santa del perdono, della riconciliazione. È stata una madre una moglie e una suora con lo sguardo rivolto al Crocifisso e ci insegna a rivolgere il nostro sguardo a Lui. Ci insegna la preghiera, la Speranza, la Fede, la perseveranza, la sopportazione. Ci ricorda che nei momenti belli dobbiamo ringraziare Dio e nel dolore dobbiamo imitare il Suo esempio, quell’esempio che ci ha mostrato quando sulla croce si ricordava di noi e ci affidava a Sua madre e perdonava i Suoi uccisori. Uno dei simboli che ricordano la santa dei casi impossibili è la rosa, di solito la rosa è un dono che si fa a chi vogliamo bene, ecco noi dobbiamo essere rose per gli altri, un dono per gli altri, dobbiamo essere pacieri come lo era santa Rita”.

La Messa delle 17:00 è stata officiata dal Padre Provinciale per l’Italia, Salesio. Nell’omelia padre Salesio ha ricordato alcuni particolari della vita di santa Rita che sono un esempio anche per i giorni nostri, come la fede, la Speranza e la Carità. Il non attaccarsi ai beni terreni, ma pensare alla ricompensa del Cielo e vivere imitando l’esempio di Cristo. Purtroppo il maltempo non ha permesso che si portasse in processione la statua della santa e il Priore padre Luigi ha ricordato che ogni giorno ci dobbiamo affidare a santa Rita che è sempre vicino a noi e ci aiuta ad affrontare le difficoltà della vita quotidiana di ciascuno. A fianco al programma religioso è stato organizzato anche un programma ricreativo che ha visto la presenza di street food e musica dal vivo, nonché una lotteria a premi.

Patrizia Neroni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *