Casa della storia europea, un altro modo per conoscere il passato e interrogare il futuro

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Gianni Borsa e Marco Calvarese da Bruxelles

Il “mito” Europa, le antiche civiltà del continente, le grandi fasi della storia, le scoperte scientifiche, il pensiero filosofico, le religioni, le rivoluzioni. E poi le tradizioni popolari, il lavoro, l’industria e gli altri settori economici, le famiglie, la cultura, le mode, lo sport… Fino alle guerre mondiali e all’avvio del processo di integrazione comunitaria.
A Bruxelles, nel cuore del quartiere europeo, è possibile visitare la Casa della storia europea;i visitatori sono accompagnati in un viaggio – affascinante, multimediale, divertente e interessante – che parte dal passato per interrogare gli europei sul futuro comune.Non manca, ovviamente, la parte dedicata alle istituzioni Ue, spiegate con linguaggio e immagini semplici e chiare.
L’ingresso è gratuito. La visita può durare da un’ora a un paio d’ore, ben spese. L’esposizione è disponibile in tutte le 24 lingue ufficiali dell’Unione europea.

Sono disponibili anche visite su misura per le scuole, le famiglie e i gruppi.

La Casa della storia europea è situata nel Parco Léopold. L’edificio è stato restaurato rispettando lo stile originale del 1930, quando ospitava una clinica dentistica per bambini svantaggiati.
In questo video, Sir porta i lettori all’interno della Casa della storia.
Tutte le informazioni sono su http://www.europarl.europa.eu/visiting/it/bruxelles/casa-della-storia-europea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *